fbpx

Tennis, uno sport tra benessere psicofisico ed agonismo e …. praticabile a tutte le età

CITTA’ DI CASTELLO – Coinvolgente e bellissima conviviale del Panathlon Valtiberina dedicata all’incontro con il tennis sport in fase di pieno rilancio a livello nazionale, si è tenuta nei giorni scorsi.

Introdotti dal presidente Giovanni Tasegian e dal socio Mimmo Gambacorta,si sono alternati gl’interventi di vere e proprie icone del tennis umbro quali Andrea Grasselli, Filippo Cambiotti, Guido Gubbiotti che hanno sottolineato la valenza formativa oltre che ludica del tennis, oggi fortunatamente scelta precisa di un sempre maggior numero di giovanissimi e non più ripiego da ‘scarto di altre discipline’.

Sono state quindi evidenziate le eccellenze regionali (3 campioni in Umbria nelle categorie giovanili) dai responsabili dei circoli di Sansepolcro Carmelo Gambacorta, di Umbertide Carlo Cinquilli (esemplare la sua ormai 25ennale gestione), di Città di Castello Corrado Monaco, che ha auspicato maggiore sinergia tra le varie realtà della vallata, di Fontecchio Davide Pazzaglia che ha rimarcato il valore socializzante del tennis e poi il presidente del Circolo Tennis di Anghiari. E’ seguito un vivace dibattito che ha visto coinvolti i numerosi e qualificati ospiti intervenuti. Un appello accorato per ‘salvare’ lo storico impianto tennistico di Fontecchio, in odore di sacrificio nell’ambito più ampio della ristrutturazione in atto relativa alle Terme, è stato lanciato, in occasione della serata, dal prof. Alessandro Borghi