Al via il restyling e le verifiche su tutti gli impianti sportivi tifernati

CITTÀ DI CASTELLO – Fase2 “in movimento”. La città dello sport è pronta a rimettersi in moto: al via restyling e verifica degli interventi su impianti sportivi e luoghi simbolo delle attività motorie a tutti i livelli. Tecnici e dipendenti Polisport, coordinati dall’assessore allo Sport, Massimo Massetti, sono da giorni all’opera per mettere in atto tutti gli interventi necessari per la ripartenza del settore nelle diverse discipline in collaborazione con le società sportive del territorio.

Emblematica di questa Fase2 “in calzonicini corti e scarpe da ginnastica” è la foto che immortala gli spogliatoi esterni dello stadio Corrado Bernicchi freschi di tinta biancorossa, i colori storici e gloriosi del calcio tifernate. Un intervento di restyling, auspicio per la ripartenza di tutto lo sport cittadino come tiene a precisare l’assessore Massetti. “Assieme a Polisport, in sinergia con il Presidente, Stefano Nardoni, abbiamo da alcuni giorni approntato un piano di interventi e verifiche su tutti gli impianti della città con il coinvolgimento diretto e fattivo dei rappresentanti delle società sportive che ringrazio, per trovarci pronti appena a livello nazionale e regionale ci verranno comunicate date e modalità delle riaperture in sicurezza.”

Nel ringraziare i dipendenti Polisport, l’assessore Massimo Massetti annuncia anche di aver richiesto, assieme al sindaco, Luciano Bacchetta, un incontro con il Presidente regionale del Coni, Domenico Ignozza (punto di riferimento di tutto il settore) per verificare un piano complessivo di ripartenza anche a livello locale delle diverse discipline sportive che a Città di Castello sono rappresentate con numeri record di praticanti.

Città di Castello è infatti a pieno titolo la “Città dello sport, delle buone pratiche e della sicurezza nell’attività sportiva, garantita a tutte le fasce d’età e a tutte le tipologie di atleti. Una comunità appassionata di sport, con circa 14 mila praticanti, cioè un tifernate su tre impegnato a livello agonistico o amatoriale in una delle circa 40 discipline fruibili nel territorio attraverso circa 120 società. Lo scorso anno in media oltre 10 tifernati all’ora hanno frequentato stadi, palazzetti, palestre e strutture diverse del territorio comunale, come le piscine comunali e la pista d’atletica. In totale gli impianti sportivi hanno registrato, infatti, 289.540 presenze di utenti per oltre 30 mila ore, con 2.376 giorni complessivi di apertura.