Abbandono del Torrente Selci: Leonardi (Cittadini per cambiare) interroga l’amministrazione

SAN GIUSTINO – “Il torrente Selci versa in stato di abbandono”: a denunciarlo, mediante un’interrogazione è Pierluigi Leonardi, capogruppo consiliare “Cittadini per cambiare San Giustino”. “Circa dieci mesi fa, – ricorda Leonardi – presentai un’interrogazione in Consiglio Comunale facendomi interprete della preoccupazione di numerosi cittadini residenti e denunciando lo stato di abbandono e degrado dell’alveo del torrente Selci. A questa interrogazione, rispose l’assessore Manfroni scrivendo che, oltre i lavori programmati e fatti nella zona classificata come a “Rischio idraulico R4”, l’amministrazione era conscia di dover intervenire più a valle, con “lavori di messa in sicurezza degli argini a monte e a valle del ponte Tre-Bis e di ripristino dell’efficienza delle aree golenali anche con tagli di alberature e riprofilature”. Aggiungeva, poi, che, – prosegue il consigliere di minoranza – compatibilmente con il parere della Provincia, avrebbe esteso la sistemazione verso valle sempre, tuttavia, con sola funzione di messa insicurezza idraulica e non di manutenzioni spondali. La Provincia, quindi, veniva chiamata in causa in quanto affidataria del “demanio idrico” .

Ad oggi però, la situazione pare non sia cambiata, “visto che la situazione dell’alveo del fiume in prossimità dell’abitato non è migliorata ma, se possibile addirittura peggiorata”, nota Leonardi che chiede nell’interrogazione “se l’amministrazione comunale intende interessare celermente della risoluzione del problema della pulizia dell’alveo l’amministrazione provinciale, di cui, peraltro, è consigliere di maggioranza lo stesso sindaco;  se non sia il caso di segnalare la situazione anche ad altri enti e organismi, vista la pericolosità del torrente in caso di piena”.