Matteo Ventanni

Ventanni: “Prosperius, un risparmio vero o un costo occulto?”

UMBERTIDE – Non ci sta Matteo Ventanni, esponente del PD umbertidese, che sulla recente notizia della riduzione degli emolumenti del consiglio di amministrazione di Prosperius, risponde con una interrogazione diretta all’amministrazione presentata per il question time di lunedì prossimo. «Sarà vero che alcuni membri del cda di Prosperius – scrive il rappresentante DEM – da una parte si sono ridotti l’emolumento e da un’altra sono stati assunti dalla Prosperius stessa?  E se fosse vero il Sindaco che ha partecipato all’Assemblea dei Soci che cosa dice? Cosa accade nella Società? Speriamo che quanto sta venendo fuori non corrisponda al vero. Siamo preoccupati per il futuro di una realtà fino ad oggi punto di riferimento per la riabilitazione regionale.»

Inoltre, si legge nella nota diramata dall’esponente PD, la domanda vira anche sulla quota che veniva versata da Prosperius al comune di Umbertide a fini sociali. In particolare, fino all’assemblea dei soci che ha rinnovato il cda, il rappresentante del Comune di Umbertide nel cda stesso, solitamente il Sindaco, non percepiva alcun emolumento per la funzione, mentre l’equivalente del costo dell’emolumento percepito da un membro del cda veniva versato al Comune di Umbertide dalla società Prosperius Tiberino per finalità sociali. «Considerato che oggi il Comune di Umbertide è rappresentato dal Presidente, – continua Matteo Ventanni – si chiede di conoscere se una parte dell’emolumento del Presidente verrà versata al Comune di Umbertide per finalità sociali oppure se la società Prosperius Tiberino, oltre ai dividendi che variano di anno in anno, riconoscerà una quota ulteriore pari all’indennità di un membro del cda al Comune di Umbertide per finalità sociali, oppure se al Comune di Umbertide verranno a mancare le entrate relative»