Umbertide Partecipa

Umbertide Partecipa scrive al sindaco Carizia

UMBERTIDE – Oriella Passeri e Vittorio Fumanti, rispettivamente vice presidente e vice segretario di Umbertide Partecipa inviano al sindaco Luca Carizia, a nome dell’associazione la seguente lettera “aperta”.

Di seguito il testo integrale:

Caro Sindaco

fra poche settimane entrerai nel terzo anno di legislatura. Una legislatura che, considerato come sono andate le amministrative 2018 al 2° turno, si basa su sue perni: il programma della lega (?) e quello di UP. Quindi riteniamo naturale che UP chieda sistematicamente conto dell’avanzamento di quanto promesso. E allora andiamo con ordine:

cominciamo con la serra disabili per la quale c’era il progetto e anche i finanziamenti ottenuti dalla precedente amministrazione. I lavori sono partiti con un ritardo ingiustificabile e oggi hanno già sforato il cronoprogramma che ne prevedeva il completamento entro 13 luglio !! Il progetto è stato trasformato, al posto del verde c’è una colata di cemento ed è stata distrutta la vecchia struttura della draga, un simbolo per la nostra città.

Nuova scuola Monini: ad inizio 2018 sono arrivati i finanziamenti (circa € 2.100.000) richiesti dalla precedente amministrazione per la costruzione della nuova scuola. A distanza di quasi due anni è ancora tutto fermo. Puoi spiegare per favore ai cittadini ed in particolare alle tante famiglie che affrontano disagi quotidiani a causa della collocazione provvisoria dei propri figli i motivi di questo inaccettabile ritardo??

Scuola del Niccone: riteniamo un errore intervenire sulla struttura esistente sia dal punto di vista tecnico, sia logistico in quanto i bambini dovrebbero essere trasferiti giornalmente ad Umbertide per 2/3 anni. La soluzione individuata dalla precedente amministrazione evitava tali disagi e prevedeva la costruzione di una nuova scuola “di Vallata” rispondente alle più moderne caratteristiche costruttive e pedagogiche.

Ambiente, salute: è possibile sapere come l’ Amministrazione intende affrontare le problematiche legate al Tevere e ad altre situazioni, considerato che nonostante gli inviti ufficiali che ti abbiamo rivolto il Comune non è mai intervenuto?

Nel programma di UP c’è il superamento dei “classici” consigli di quartiere in quanto non più rispondenti alle moderne esigenze di democrazia partecipata. Ricordiamo che anche il Sindaco di Perugia li ha aboliti per passare a forme di democrazia che vedono i cittadini protagonisti. Anche su questo punto sarebbe auspicabile conoscere le intenzioni dell’ Amministrazione.

I lavori nelle frazioni, già finanziati dalla precedente amministrazione, sono stati realizzati solo in parte. Verranno completati anche sulle frazioni rimaste fuori e verranno rifinanziati ogni anno come previsto ?

Avremmo ancora altri punti da affrontare, quali le tasse, i tributi, ecc, ma per ora ci fermiamo qui. Nella speranza di avere risposte ai quesiti posti magari nel corso di una assemblea pubblica, ti salutiamo cordialmente.”