Umbertide, parla il Comune: «L’umiltà è un valore che appartiene a pochi»

UMBERTIDE – «Leggere il comunicato del Partito Democratico di Umbertide sulle nomine messe in atto dall’ Amministrazione Comunale, alla luce dei recenti scandali e delle conseguenti inchieste che hanno visto come protagonisti membri di spicco del Pd umbro e umbertidese, conferma ancora una volta che tale partito, piuttosto che guardare in casa propria e fare una profonda autocritica, preferisce parlare a vanvera su scelte definite legittime anche da esso stesso (interrogazione dell’11/12/2018, protocollo n. 26967)». Recita cosi la nota del Comune, emanata a risposta del documento del Pd.

«A tale interrogazione, dal punto di vista tecnico, come ben sanno gli estensori del comunicato sopraccitato, in sede di Consiglio comunale non è stata ancora fornita una risposta, per il fatto che le ultime due sedute dell’assise (tenutesi il 28 marzo e il 30 aprile) erano di carattere ordinario e perciò non era prevista nell’odg l’ora e mezza dedicata a interrogazioni, interpellanze e ordini del giorno».