Tevere e Laghi di Faldo: scende in campo Umbertide Partecipa

UMBERTIDE – Umbertide Partecipa scende in campo a difesa dell’Ambiente e dello Sport attraverso un proprio gruppo di lavoro specifico che opera in stretta sintonia con Ivano Pino, presidente della Seconda Commissione Consiliare.

Umbertide Partecipa rinnova l’appello alle istituzioni e agli organismi preposti affinchè “prestino massima attenzione riguardo alle problematiche del Tevere che anche nell’ultimo periodo estivo si è presentato sempre torbido e con odore nauseabondo di ammoniaca e di scarichi fognari, nonostante le consistenti piogge del periodo primaverile. Numerose sono state le persone che recandosi a passeggio lungo il Tevere hanno evidenziato tale situazione lamentando spesso irritazioni agli occhi e al naso. E’ evidente che tutto questo danneggia l’impianto sportivo e il mondo della pesca che rappresenta anche sul piano turistico ed economico un importante volano per l’economia locale”.

“Tutto ciò assume un valore ancora maggiore tenuto conto anche del fatto che siamo alla vigilia di un importantissimo evento: – proseguono da Umbertide Partecipa – infatti nel 2019 si terranno i campionati del mondo di pesca che vedranno la presenza di oltre 40 Nazioni; gare che si svolgeranno ai Laghi del Faldo, ma che comporteranno un coinvolgimento di tutto il mondo della pesca locale, del settore turistico e ricettivo del nostro territorio e costituiranno un momento di forte promozione per entrambi gli impianti di pesca sia del Tevere, sia dei laghi del Faldo. Umbertide Partecipa conferma il proprio impegno per la tutela di una risorsa così importante e auspica che quanto prima il campo gara dei laghi di Faldo possa riprendere la propria attività sportiva, attualmente ferma , pena l’annullamento dei campionati del mondo. Umbertide Partecipa – concludono – chiede alle amministrazioni di Umbertide e Montone a farsi promotrici ai vari livelli di azioni che consentano rapidamente il ripristino delle condizioni di agibilità degll’impianto”.