Sport, Massetti: “Nel 2018 discipline in aumento e investimenti nell’impiantistica”

CITTA’ DI CASTELLO – Sport per tutti. E’ il principio ulteriormente sostanziato e rafforzato nel 2018 dall’assessorato allo Sport del Comune con un lavoro che ha permesso, da un lato, di ampliare le possibilità di praticare discipline nel territorio comunale a costi accessibili e di promuovere una cultura responsabile e consapevole negli atleti e nelle loro famiglie, dall’altro, di mettere a disposizione servizi e strutture sempre più in linea con le aspettative degli utenti, ma anche capaci di ospitare eventi di rilievo nazionale e internazionale.

In un panorama che contava già una larghissima gamma di possibilità, con l’aggiunta della scherma e dell’orienteering sono saliti a 30 gli sport praticati a Città di Castello da oltre 13 mila tesserati, con i 19 impianti gestiti da Polisport che hanno lavorato a pieno regime consentendo lo svolgimento dell’attività di 21 associazioni, insieme alle strutture del territorio comunale gestite dai sodalizi locali.

Gli investimenti più importanti hanno riguardato la ristrutturazione della palazzina spogliatoi della pista di atletica “Angiolo Monti” in collaborazione con la Provincia di Perugia, grazie alla quale è stato possibile garantire di nuovo il pieno utilizzo dell’impianto al mattino per le scuole e nel pomeriggio per le società agonistiche; l’installazione di un nuovo impianto di riscaldamento nel palazzetto dello sport sala B di via Engels; il restyling dell’area esterna delle piscine comunali con l’allestimento di un parco giochi in collaborazione con Sogepu. Salto di qualità fondamentale è stato quello dell’installazione di defibrillatori in tutti gli impianti gestiti da Polisport, grazie al contributo di Farmacie Tifernati.

“Abbiamo cercato di lavorare ancora di più e meglio per garantire ai tifernati un ventaglio di opportunità di fare sport ampio e al passo con i tempi – commenta l’assessore Massimo Massetti – con la filosofia di sempre, ovvero di garantire la possibilità alla collettività di praticare sport attraverso la disponibilità di impianti adeguati e in linea con le normative di sicurezza, ma anche di tariffe accessibili a tutti nell’ambito di un approccio sociale ai servizi sportivi che l’amministrazione comunale continua a portare avanti da anni per scelta politica precisa”.

Proprio sul versante dei servizi il 2018 ha segnato un significativo consolidamento della collaborazione con il Coni. La fiducia nell’amministrazione comunale da parte del presidente del comitato umbro Domenico Ignozza ha fatto sì che i centri estivi per bambini e ragazzi di Polisport siano stati i primi in Umbria con il marchio Educamp del Coni, il progetto rivolto alla promozione dell’attività sportiva tra i giovani che ha qualificato ulteriormente le competenze degli istruttori e ha incentivato la cultura della sana alimentazione tra gli utenti. “Una certificazione che ci ha onorato ed è stata motivo di grande soddisfazione – puntualizza Massetti – perché ha riconosciuto il lavoro che come amministrazione comunale portiamo avanti da tanti anni con Polisport per promuovere lo sport, puntando su impianti di qualità e istruttori qualificati”.

L’amministrazione comunale ha saputo andare anche oltre i servizi e le strutture per promuovere la sana cultura della pratica sportiva attraverso la collaborazione con il Panathlon Club Valtiberina. L’adesione dell’ente alla dichiarazione di Gand sull’etica dello sport giovanile, adottata dall’Onu, dall’Unesco, dalla Fifa, dalla Fiba e dal Coni, si è tradotta nell’affissione in 13 impianti comunali del territorio, più le palestre scolastiche e le altre strutture locali, delle Targhe Etiche che riportano due decaloghi riguardanti i diritti dei ragazzi e i doveri dei genitori nello sport.

“Per primi in Alta Umbria – sottolinea Massetti – ci siamo fatti carico dell’obiettivo di responsabilizzare i giovani e le famiglie al rispetto dei sani valori alla base della pratica sportiva, che come amministrazione comunale sosteniamo con assoluta convinzione e sentiamo come un dovere preciso al cospetto di un numero di praticanti che è storicamente molto elevato nel nostro territorio”.

I dati del 2018 relativi all’utilizzo degli impianti gestiti da Polisport hanno confermato, infatti, la vocazione sportiva della comunità tifernate. Nei dodici mesi appena trascorsi sono state 275 mila 859 le presenze di utenti alla pista di atletica, presso le piscine comunali, nei campi sportivi e nelle palestre, con 11 mila 933 giorni di funzionamento (considerate tutte le aree attrezzate dei singoli impianti) e 37 mila 805 ore di utilizzo. “Dati molto importanti, seppur condizionati dalla chiusura per parte dell’anno della pista di atletica per i lavori ammodernamento – osserva Massetti – che confermano anche un chiaro gradimento degli utenti per i nostri impianti, sui quali è costante l’attenzione dell’amministrazione comunale per favorire le migliori condizioni di esercizio”. I riscontri sull’utilizzo degli impianti sono anche lo specchio di un’attività che nel corso dell’anno è stata molto intensa dal punto di vista dell’organizzazione di manifestazioni importanti.

Nel 2018 sono stati 45 gli eventi patrocinati dal Comune, tra i quali gare ciclistiche (Trofeo Alta Valle del Tevere Cat. Elite /Under 23; Gran Premio SOGEPU gara a cronometro Cat. Elite 23 – Juniores, Allievi, Esordienti; Memorial “Sauro Scarscelli”; Trofeo della Battitura – Memorial “Renato Amantini”; Memorial F.lli Mearelli; gara di ciclocross “Umbria Master Cross”); atletica leggera (gare di lanci; gare di atletica leggera tra gli istituti medi nel ricordo del professor Silvestri; gare di mezza maratona, gare di corsa, la manifestazione podistica ad ostacoli “Mudders’ strong race”; “Miniolimpiade” dell’Istituto “S. Francesco di Sales” per le scuole primarie); nuoto (“24 ore di nuoto” con il ricavato devoluto all’ospedale di Città di Castello per l’acquisto di attrezzature sanitarie; fase regionale del campionato nazionale di pallanuoto; Meeting Tifernum Tiberinum; Meeting Internazionale Master Italo Galluzzi); calcio (“Dai un Calcio al Diabete” con il ricavato devoluto all’ospedale di Città di Castello per potenziare la prevenzione e la ricerca sulla malattia; Calcio Giovane 90; Matty & Co.). L’amministrazione comunale ha anche patrocinato gare all’aperto e indoor di tiro con l’arco; lancio delle boccette, rulletto e lancio del formaggio; il torneo di pallacanestro “Amici Sempre”; il torneo di pallacanestro “Barbagli”; una gara di enduro/moto; gare di ginnastica artistica e ritmica; l’attività amatoriale promossa dal Centro Sportivo Italiano con tornei di pallavolo e gare di atletica leggera.

“Tutti eventi che sono la cartina tornasole di un movimento sportivo tifernate importante – rileva Massetti – che sa essere punto di riferimento nazionale per l’organizzazione di manifestazioni, ma anche centrare risultati straordinari con i propri atleti in tantissime discipline, dove i nostri portacolori onorano la città con vittorie e affermazioni personali di livello italiano e mondiale, che l’amministrazione tiene molto a sottolineare con riconoscimenti pubblici per le prestazioni sportive, ma soprattutto per la serietà e la passione dell’impegno agonistico”.