fbpx

Rientro a scuola a gennaio, Bettarelli: “Tesei non ignori le richieste degli istituti umbri”

PERUGIA-  “Il 7 gennaio sarà il giorno in cui gli
studenti umbri degli Istituti superiori di secondo grado torneranno sui banchi di scuola e il confronto di questi giorni fra Istituti scolastici e
Istituzioni sulle modalità di rientro è serrato. È necessario garantire: il ritorno alla ‘scuola in presenza’ per i ragazzi più grandi che da mesi
affrontano la didattica a distanza, la sicurezza degli studenti (scongiurando assembramenti) e la piena efficienza delle scuole”. Lo evidenzia il
consigliere regionale Michele Bettareli (Pd), evidenziando che “sul tavolo c’è l’adozione, proprio dal 7 gennaio in Umbria, del meccanismo ad
‘ingressi scaglionati’ con doppi turni per gli studenti” ed esprimendo l’auspicio che “in questa fase così delicata la presidente della Giunta,
Donatella Tesei, ascolti le istanze che provengono dal mondo scolastico, che si è detto contrario a più riprese al meccanismo dei doppi turni. Un
sistema insostenibile per le scuole umbre, soprattutto per quelle di confine a cui andrebbe invece preferito un ingresso a scuola unico attraverso l’aumento del numero dei mezzi di trasporto e la diminuzione del conseguente indice di capienza. Una soluzione quest’ultima che, assieme
alla prosecuzione della didattica a distanza al 50 percento, viene perseguita in questi giorni da altre Regioni”.

“In questo momento così complesso dell’emergenza Covid – conclude Michele Bettarelli – con la piena consapevolezza che molteplici sono i
fattori in gioco, la Regione non sia sorda alle istanze provenienti dal mondo della scuola e segua gli esempi di altre Regioni che si stanno muovendo
proprio sulla base delle indicazioni provenienti da quel mondo”.