Resoconto della seduta di Consiglio comunale

UMBERTIDE – Sono tre gli ordini del giorno approvati dal Consiglio comunale durante la seduta di venerdì 12 febbraio. Il primo è stato presentato dal Pd ed ha riguardato la proposta di istituzione di un osservatorio sulla disabilità e l’attivazione di un progetto di residenza “dopo di noi”. L’odg, approvato all’unanimità, prevede nello specifico la realizzazione di residenze polivalenti per il mantenimento e il recupero dei disabili anche e soprattutto nella fase del “dopo di noi”, ovvero quando il disabile viene privato della cura e del sostegno dei familiari.

E’ stato approvato sempre all’unanimità anche l’ordine del giorno, a firma del Pd, per la sostituzione delle stoviglie in plastica con stoviglie in materiale biodegradabile nelle mense scolastiche comunali, mentre sono stati respinti gli emendamenti presentati dal Movimento Cinque Stelle dal momento che la sostituzione dei piatti in plastica con quelli in coccio, come veniva richiesto nel documento, comporta costi e lavori strutturali che non è possibile eseguire in tutte le scuole. E’ stato inoltre approvato a maggioranza con i voti favorevoli di Pd, M5S e Umbertide Viva (contraria Umbertide Cambia), l’odg presentato dal Pd in cui si invita l’Amministrazione comunale a costituirsi parte civile in un eventuale procedimento penale per danni ambientali a carico di Gesenu per la vicenda riguardante la discarica di Pietramelina. Sempre su questo tema, è stato presentato anche un odg del M5S che è stato respinto dall’assise cittadina.

Durante la seduta si è inoltre parlato anche delle difficoltà degli azionisti ed obbligazionisti di Banca Etruria a seguito dell’applicazione del decreto legislativo 180/2015 attraverso un’interpellanza del consigliere Monni a cui il sindaco Locchi ha risposto che il Comune di Umbertide, insieme agli altri Comuni altotiberini, ha sollecitato l’istituzione di una specifica commissione parlamentare al fine di far luce sulla vicenda e tutelare i risparmiatori.

La seduta si è conclusa con l’approvazione della variante n. 5 all’area Pip del Buzzacchero finalizzata a consentire l’ampliamento della ditta Overmek, resasi necessaria per far fronte all’aumentata produttività.