“Polis“ per il “no” al referendum costituzionale

CITTA’ DI CASTELLO – L’associazione «Polis Alto Tevere» scende in campo e si mette a disposizione di quanti vorranno partecipare attivamente alla campagna referendaria per la riforma costituzionale.
«Abbiamo previsto un primo incontro per martedì alle 18 al bar Pinocchio, con un aperitivo insieme per condividere le ragioni che ci spingono a scegliere convintamente il No alla riforma costituzionale di Renzi – ha detto Adolfo Orsini – Le ragioni che mi inducono, insieme a tanti altri aderenti all’associazione, a promuovere questa iniziativa sono le stesse che ci hanno portato a votare contro la riforma di Berlusconi del 2006, che per certi aspetti era concepita anche meglio. Anche quella prevedeva il superamento del bicameralismo perfetto , la riduzione dei parlamentari e stabiliva l’elezione diretta dei senatori. Non faceva del senato un dopolavoro di nominati, sarebbe stato meglio abolirlo del tutto. Questo è solo uno dei motivi, altri li discuteremo insieme a tutti coloro che vorranno essere presenti al nostro incontro ispirandoci all’ottimo documento prodotto da oltre 50 Costituzionalisti che, nel merito della riforma, ci offrono solide motivazioni per sostenere le ragioni del No».