fbpx

PD della Valtiberina: “Preoccupazione sulle vicende dell’Unione dei Comuni”

SANSEPOLCRO – Il Partito Democratico della Valtiberina esprime la propria preoccupazione rispetto alle recenti vicende che hanno coinvolto l’Unione dei Comuni, “dettate da sterili personalismi. – scrivono in nota – Crediamo, infatti, che le questioni che riguardano questo importante Ente debbano tornare ad essere dibattute all’interno della giunta e del Consiglio dell’Unione e non attraverso dichiarazioni a mezzo stampa. Cogliamo il segnale positivo della nota rilasciata dai sindaci dell’Unione che richiamano ad una gestione collegiale dell’Ente basata sui principi della condivisione e delle progettazione comune”.

“L’Unione dei Comuni deve essere interpretata come un elemento strategico per il governo del territorio a sostegno dei Comuni che la compongono. – proseguono dal PD della Valtiberina – Per affrontare le sfide che attendono questo territorio, bisogna puntare su un rilancio dell’assetto dell’Unione, che non deve essere depauperata delle proprie risorse umane e materiali a vantaggio dei singoli Comuni, ma deve dotarsi di una struttura in grado di migliorare la qualità dei servizi erogati e di supportare le progettualità richieste dagli organi superiori per il reperimento di risorse in ambito regionale, governativo ed europeo. In questi mesi, infatti, diventerà operativo l’ambizioso progetto delle “Aree Interne” che vede insieme Valtiberina e Casentino e che deve diventare un volano significativo per i servizi e l’economia della Valtiberina. L’azione dell’Unione deve essere migliorata a partire da una maggiore comunicazione tra i Comuni che devono iniziare a pensare ai servizi in maniera condivisa, – concludono – mettendo insieme le risorse e le capacità per migliorare le politiche di sviluppo e di miglioramento complessivo della qualità della vita di questo territorio”.