Parco Nazionale del Catria, la Lega presenta una mozione in Regione

PIETRALUNGA – “Istituire un nuovo parco interregionale senza avere certezze sulla continuità della disponibilità di adeguate risorse finanziarie (nazionali e regionali) necessarie alla sua costituzione e soprattutto suo costante funzionamento, rischia solo di creare un ente inefficiente ed incapace di esercitare i compiti attribuiti”. Per questo motivo i consiglieri della Lega, Valerio Mancini ed Emanuele Fiorini, chiedono alla Giunta regionale, con una mozione, di “esprimere una posizione contraria in merito all’istituzione del Parco nazionale del Catria, Nerone e Alpe della Luna”.

Gli esponenti dell’opposizione spiegano che “nell’aprile 2015 è stata depositata alla Camera una proposta di legge sull’Istituzione del Parco nazionale Catria, Nerone e Alpe della Luna, con estensione di circa 32mila ettari, che coinvolgeva 20 comuni, 4 provincie e 3 regioni, tra cui l’Umbria. A quanto risulta, però, non sono state ufficialmente coinvolte le comunità locali umbre, i Consigli comunali interessati e neppure l’Assemblea legislativa nel dibattito sui tanti aspetti tecnici derivanti da tale progetto di legge. I cittadini riunitisi a Pietralunga lo scorso 12 luglio hanno espresso opinione negativa sul nuovo parco”.

Nell’atto di indirizzo Mancini e Fiorini chiedono infine alla Giunta di “chiarire la propria posizione rispetto all’istituzione dell’area protetta”.