fbpx

Parcheggio all’ex scuola Garibaldi, scatta l’interrogazione di Cesare Sassolini

CITTA’ DI CASTELLO – «Chiusura e messa in sicurezza dei parcheggi all’ex scuola Garibaldi». A chiederlo è l’esponente di Forza Italia, Cesare Sassolini, che ha presentato una interrogazione sul tema. «Da oltre un decennio – ha affermato – la struttura nota in città come “l’ex scuola Garibaldi”, con tanto di area parcheggio annessa, gran parte della quale pagamento, deturpa, per incuria, l’ingresso al centro dall’omonima piazza». Il rappresentante azzurro ricorda come era «nata per ospitare la stazione ferroviaria tifernate», la struttura originale ha subito delle modifiche nel corso degli anni e dopo «aver ospitato la scuola elementare è stata sede, per alcuni anni, della Polizia Municipale e di alcuni uffici comunali. Non ritenendo più sicura la struttura, a seguito del trasferimento degli ultimi occupanti della palazzina, il luogo è stato completamente abbandonato, rimanendo aperto nell’area esterna che, nonostante le pessime condizioni del terreno, continua ad attirare persone che vogliono parcheggiare la propria auto». «L’edificio – prosegue Sassolini – dell’ex scuola Garibaldi si trova in apertura di una delle piazze più importanti della città, che ospita il risistemato palazzo Vitelli a Sant’Egidio e la sede di uno dei Musei Burri, palazzo Albizzini ed è al centro di un importante incrocio stradale che vede transitargli intorno numerose persone. Se i tifernati sono ormai abituati a vedere quella zona decadere di giorno in giorno, per i turisti non è sicuramente un buon segnale di benvenuto». Il consigliere di opposizione nella interrogazione chiede «come sia stato possibile, e se sia lecito, affidare in gestione, a pagamento, il parcheggio antistante l’ex scuola Garibaldi, considerando che l’edificio risulta ormai da anni in stato di abbandono, pericolante e inoltre sgomberato da qualsiasi attività pubblica, mettendo invece in serio rischio l’incolumità di chi parcheggia». Non solo ma Sassolini si chiede «i chi sia stata la responsabilità di aver fatto una scelta così pericolosa e folle per l’incolumità dei cittadini» e se «chiudere i parcheggi adiacenti le mura dell’ex scuola Garibaldi, come chiedo urgentemente, in attesa che l’edificio venga abbattuto, non sia la soluzione migliore e più sicura, considerando che molto spesso si vedono scendere dalle auto parcheggiate anche intere famiglie con bambini al seguito». Infine l’esponente di Forza Italia chiede anche lumi su «quale sarà il reale destino dell’edificio: se dovremo aspettare ancora anni per vedere la realizzazione del progetto con relativo intervento sulla zona, oppure si prevedano in tempi più celeri interventi di messa in sicurezza».