“Open camera”: l’onorevole Giampiero Giulietti traccia il bilancio del 2015

UMBERTIDE – Una sala San Francesco affollatissima ha preso parte ad “Open Camera 2015”, iniziativa pubblica dell’onorevole Giampiero Giulietti cheha voluto tracciare il bilancio dell’attività parlamentare 2015. Un anno, quello giunto oramai a conclusione, “che ha segnatol’inversione di marcia per il nostro Paese, – ha detto il deputato Pd – con il Pil che è tornato ad avere segno più dopo tre anni consecutivi in negativo, 300 mila nuovi occupati grazie al Jobs Act, la riduzione delle tasse e l’approvazione di riforme attesa da anni come quella della scuola che, nonostante le polemiche iniziali, sta cominciando a dare i suoi frutti”.

Open Camera 2

Nel corso del suo intervento,  Giulietti ha illustrato le principali novità previste dalla Legge di Stabilità, alla quale si è giunti dopo un lungo e intenso lavoro prima in Commissione Bilancio poi in Aula, tra cui l’abolizione di Tasi e Imu sulla prima casa e le agevolazioni per le imprese che potranno dedurre i beni strumentali acquistati fino al 140% del loro valore.
Dopodiché  Giulietti ha snocciolato dati e numeri della sua attività di parlamentare, animata dalla sua grande passione per la politica. In due anni e 288 giorni da deputato, Giampiero Giulietti ha partecipato al 96,9% delle votazioni elettroniche, registrando un tasso di presenza tra i più elevati; ad oggi ha presentato come primo firmatario ben 103 atti tra ordini del giorno, interpellanze, interrogazioni ed emendamenti a cui si aggiungono due proposte di legge tra cui l’ultima a tutela dell’artigianato artistico italiano.

Open Camera

Si è occupato di temi “caldi” per la regione Umbria, dalle infrastrutture (ferrovia, E 45, E 78) all’economia (con il caso ex Merloni/ Jp Industries che recentemente ha visto la Cassazione sancire la regolarità della vendita di un ramo d’azienda anche sulla scia dell’emendamento al decreto Destinazione Italia presentato proprio dall’onorevole), passando per istruzione (classi pollaio, accademia belle arti) ambiente (biogas) e Comuni (centrale unica di committenza). Temi su cui  Giampiero Giulietti ha assicurato di lavorare anche in futuro.