Umbertide, Locchi: “Male la prima, come sarà la seconda?”

UMBERTIDE – “Fuori luogo, fuori tempo con 10 anni di ritardo i nuovi fiancheggiatori della Lega, Ivano Pino e Francesco Caracchini, che non essendo più di Umbertide Partecipa siedono abusivamente in consiglio comunale, si accorgono del problema della plastica perché Greta, la quindicenne svedese, lo ha ricordato a tutto il mondo e quindi, come dire, pur di cavalcare qualcosa hanno deciso di inaugurare la stagione degli ordini del giorno in consiglio comunale ( si ..il primo dopo 9 mesi) con una cosa vecchia che il Comune di Umbertide ha fatto circa 10 anni fa”: a scriverlo in una nota è l’ex sindaco Marco Locchi.

“Infatti – ricorda Locchi – risale a quella data l’installazione in Comune di un impianto per la bio microfiltrazione domestica dell’ acqua: un’idea finalizzata al contenimento dei rifiuti ed in particolare della plastica. Così dipendenti e visitatori possono gratuitamente bere un bicchiere d’acqua dell’ acquedotto adeguatamente filtrata e purificata. Un’opera artistica del nostro concittadino Pierluigi Monsignori, in arte Potsy, – prosegue – che ha realizzato come basamento al lavabo e al rubinetto un cesto di immondizia pieno di bottiglie di plastica che simboleggia il carico di rifiuti a cui sottoponiamo l’ambiente consumando acqua minerale dalle bottiglie in plastica. Un impianto domestico di acqua potabile che è stato installato oltre che in Comune, nelle scuole dove si sono tenuti anche incontri di “buone pratiche”, nei campi sportivi Morandi e Città di Torino, al Palazzetto, in tanti altri luoghi ed è stato portato grazie alla Protezione Civile anche nelle zone terremotate. – conclude – Tutto ciò grazie alla intuizione dell’ artista Potsy che ha portato il suo “Plastic Food Project”, nato nel 2010, in giro per l’ Europa e non solo, con l’obiettivo di sensibilizzare tutti sull’ ecosostenibilità delle nostre azioni installando in vari luoghi Eco-Presse di materiali plastici di rifiuto”.