Lignani Marchesani e Sassolini: “Si azzeri e rinegozi la convenzione con Edarco per la gestione dei parcheggi a pagamento”

CITTÀ DI CASTELLO – “Si azzeri e si rinegozi la convenzione con EDARCO per la gestione dei parcheggi a pagamento”: lo chiedono i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia, Andrea Lignani Marchesani, e di Forza Italia, Cesare Sassolini.

“Nella giornata di oggi gli ausiliari del traffico hanno ricominciato a controllare le strisce blu; sarebbe stato opportuno informare preventivamente la cittadinanza giacché fino ad oggi c’e’ stata una tacita gratuità dettata dall’emergenza Covid. – dicono Lignani Marchesani e Sassolini – Contemporaneamente, con un documento criptico portato nella Commissione assetto del territorio dello scorso 21 maggio, si è annunciata una rivisitazione della Convenzione con EDARCO che prevederebbe la gratuità dei parcheggi, oggi quasi completamente inutilizzati, dello spazio interrato del Centro Le Fonti con un drastico taglio del canone di concessione da 56000 a 20000 euro. Il tutto con la giustificazione del futuro assetto viario legato alla costruzione di Piazza Burri. Giova ricordare come la convenzione con EDARCO abbia un’assurda durata trentennale che scadrà nei primi mesi del 2027. Comprendiamo le esigenze di EDARCO di liberarsi del pezzo di convenzione fallimentare ma è doveroso comprendere le esigenze del Comune che non può rinunciare senza alcun immediato beneficio a 30000 euro con il possibile rischio di un’indagine della magistratura contabile. Proponiamo – aggiungono – unaccordo reciproco sul termine anticipato della Convenzione con una rinegoziazione che possa essere di soddisfazione per società EDARCO, Comune e cittadini utenti. Nella nuova stesura si dovrà tener conto di blocco delle tariffe, rinegoziazione del canone ma anche delle percentuali dei proventi su sanzioni e prezzo della sosta, oltre ovviamente a uno studio del futuro assetto viario e dei nuovi spazi di parcheggio alla luce della Piazza Burri che verrà ; in considerazione anche dello stop determinato dal COVID , delle procedure burocratiche e del perfezionamento degli assetti finanziari per la realizzazione di detta Piazza l’attuale convenzione EDARCO dovrebbe rimanere in essere fino a tutto il 2021, utilizzando questo tempo per il perfezionamento del nuovo accordo”.