Lega ed incarichi regionali: Letizia Michelini sulla questione Mancini

UMBRIA – “Nel quadro che si sta delineando, se al consigliere regionale più votato del carroccio non sarà assegnato nessun asessorato, la Lega Umbra dovrà dare una spiegazione ai suoi elettori, in particolare in Alto Tevere, che dopo anni, come territorio, rimarrebbe completamente escluso dalla rappresentanza nella Giunta regionale,
così come in via generale il centro destra dovrà spiegare perché pur nella consapevolezza della mancata rappresentanza in consiglio regionale di territori importanti come il folignate e l’orvietano, l’assessore esterno verrebbe pescato fuori Regione.
La mancanza di fiducia della Lega sulle proprie risorse interne dovrebbe stimolare tutti ad una seria riflessione.” Così inizia una nota stampa del sindaco di Monte Santa Maria Tiberina, Letizia Michelini, che va a puntare il dito verso un apparente stallo nella decisione della spartizione degli incarichi interna alla coalizione di maggioranza, specie nella questione dimissioni ed assessorati in casa Lega.


“Credo che la neoeletta Presidente Tesei – continua la nota – oltre a tenere conto delle intenzioni di voto  e della rappresentanza dei territori, dovrebbe scongiurare in ogni modo possibile l’ipotesi dell’aumento di spesa del Consiglio Regionale, che sarebbe uno schiaffo morale a tutti i cittadini che hanno deciso, con il voto, di darle fiducia.”