fbpx

L’edificio ex Tabacchi in consiglio comunale con due interrogazioni di “Umbertide Cambia”

UMBERTIDE – L’edificio ex Tabacchi è stato al centro dell’ultimo consiglio comunale con ben due interrogazioni di “Umbertide Cambia”. In una venivano chiesti al sindaco chiarimenti in merito ai costi di ristrutturazione dell’ex magazzino, con la proposta di modificare l’organizzazione interna della struttura e di trasformare l’intera area in un centro sportivo funzionale,. Nell’altra la minoranza ha chiesto informazioni in merito agli interventi di natura pubblica e privata realizzati e da realizzare nell’ambito del Puc 2 e alle relative somme a disposizione.
Nel primo caso, il sindaco Locchi ha risposto che la ristrutturazione dell’edificio ex tabacchi è costata 1.597.567,19 euro, di cui 1.449.000 a valere sui fondi Por-Fesr, 128.198 euro di fondi comunali e 20.361 euro di fondi pubblici provenienti da altri Enti e che sono previsti interventi di miglioramento acustico della struttura e di miglioramento funzionale della stessa attraverso la realizzazione di una cucina (il tutto come dalle indicazioni emerse in fase di P.O.E.) mentre per l’area esterna il progetto, salvo variazioni, prevede la continuazione del parco e la realizzazione di uno spazio pubblico attiguo all’edificio. In merito al secondo quesito, il sindaco ha spiegato che tutte le opere pubbliche sono state realizzate ad eccezione della sistemazione dell’area adiacente all’edificio ex tabacchi, il cui importo già stabilito dall’accordo di programma è pari a 420.000 euro, e che le somme stanziate dal Comune ammontano a 1.435.000 euro.
In merito alla parte privata, è stata parzialmente attivata l’area di via della Tabacchine mediante l’edificazione di uno solo dei tre lotti previsti mentre è stato esteso anche al centro storico il perimetro per l’accesso ai contributi riservati alle attività produttive (artigianali, commerciali e di servizio compatibili con l’ambito urbano di riferimento), per un totale di circa 256mila euro di contributi POR FESR erogati; ad oggi il Puc 2 è considerato concluso pertanto è decaduta ogni forma di beneficio economico di adesione al programma da parte di soggetti privati.