Lascito Mariani, Lignani Marchesani e Sassolini: “Inutile allarmismo di Bettarelli,le risorse rimarranno nel territorio tifernate”

CITTÀ DI CASTELLO – “Inutile allarmismo nelle dichiarazioni di Bettarelli: le risorse rimarranno nel territorio tifernate, sono state recepite le nostre richieste iniziali, un grazie alla Regione Umbria”: così i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia e Forza Italia, Andrea Lignani Marchesani e Cesare Sassolini rispondono alle dichiarazioni del consigliere regionale Michele Bettarelli sul lascito Mariani.

” Certo chi voleva che le risorse del lascito Mariani fossero utilizzate in ristrutturazioni edilizie può rimanere deluso: comprendiamo la rabbia dell’ex Vicesindaco abituato a utilizzare soldi pubblici per promozioni di natura elettorale: in questa sede invece vogliamo esprimere un sentito ringraziamento alla Regione Umbria che nel Protocollo d’Intesa predisposto per la firma con ASL e Comune di Città di Castello recepisce integralmente le nostre richieste. – dicono Lignani Marchesani e Sassolini – Basta vedere il testo della Delibera della Giunta regionale n.574 del 9 luglio 2020 (forse non a caso il giorno di Santa Veronica) e l’allegato che altro non è che il citato Protocollo d’Intesa tra Comune Regione e ASL per constatare come tutte le risorse del lascito andranno per investimenti di natura sanitaria nel territorio tifernate. Se poi l’ASL e/o la Regione troveranno risorse per le mura della Città della salute e/o per ristrutturare il Vecchio Ospedale dopo vent’anni di ignobile degrado determinato dalle Giunte regionali di centrosinistra sempre dimentiche di Città di Castello ne saremo felici ; ma è un’altra storia”.

“Intanto – proseguono – si chiarisce che quei soldi andranno a lenire le sofferenze dei tifernati così come voluto dalle benemerite sorelle Mariani e non per ristrutturazioni parziali. La nostra linea ha vinto, quella di Bettarelli ha perso, se ne faccia una ragione e si abitui ad abbaiare alla luna”.