fbpx

Insieme-Possiamo: tanti urli trasversali e nessuna idea alternativa per il rilancio del Museo.

SANSEPOLCRO – «Totale condivisione dell’azione sulle politiche museali dell’amministrazione Cornioli e dell’assessore Marconcini». Con questa dichiarazione il gruppo consiliare Insieme-Possiamo entra nel dibattito del museo. Ecco il documento
C’era una volta una coalizione trasversale che doveva essere litigiosa ed incapace a governare. Una “accozzaglia” di liste civiche che cerca di dare risposte alla città e che si mette in gioco su soluzioni finalizzate ad aumentare i flussi turistici nella città di Sansepolcro. Oggi c’è una nuova coalizione trasversale, composta dai 4 principali partiti della politica italiana (Pd, scissionisti inclusi, Forza Italia, Lega Nord e 5 Stelle), che a Sansepolcro sono minoranza consiliare, ma che presentano interrogazioni unitarie per meglio comprendere la direzione presa dalla nuova amministrazione cittadina. Fin qui tutto bene, il gioco delle parti ed il bello della politica consente questo tipo di azioni, nessun rilievo da parte nostra. Le perplessità cominciano quando negli interventi in Consiglio Comunale o nelle note stampa precedenti o successive alla seduta del parlamentino cittadino si leggono solo attacchi e nessuna proposta. L’obiettivo che l’Assessore Marconcini si è dato è quello di valorizzare l’arte cittadina, cercando di incrementare la capacita di attrazione della nostra città e di far girare la piccola economia locale con qualche risorsa in più. Questo tentativo avviene senza perdere un solo posto di lavoro, anzi incrementando l’occupazione sul pianeta Museo di qualche unità. Nessuno snatura il controllo “politico” del museo che è e rimane completamente in mano al Comune. Il soggetto esterno gestirà la biglietteria per nove mesi ed investirà sulla promozione delle due grandi mostre che la città ospiterà tra febbraio e novembre. Questo si traduce in una opportunità per la città e in nessun obbligo futuro da parte della amministrazione comunale di proseguire la sperimentazione. Il Consiglio Comunale sarà chiamato a valutare l’esito di questo percorso e, solamente dopo questo esame, sarà deciso se continuare un cammino simile, tornare al punto di partenza o scegliere altre strade. L’azione amministrativa non deve piacere per forza alle minoranze e sono benvenuti atti di indirizzo sulle politiche culturali, unitari o meno, che portino nuovi punti di vista su come far crescere il nostro museo. Oggi questo è mancato e l’azione politica di chi critica non ha superato l’aspetto della protesta senza mai approdare alla proposta. Tre forze politiche delle quattro presenti tra le minoranze hanno amministrato la città negli ultimi dieci anni. Hanno sicuramente lavorato nel settore cultura, ma i risultati prodotti non sono stati tali da fare il balzo in avanti che tutti sogniamo. Attorno al millenario di Sansepolcro, gestione Pd, poteva essere costruito qualche evento duraturo finalizzato a portare turisti anche negli anni successivi. Questo non è avvenuto. Nei cinque anni di centro destra, comprensivi di Lega e Forza Italia, lo stesso Sindaco era il paladino e difensore del nostro Piero, ma gli aumenti di flussi non ci sono stati. L’Amministrazione Cornioli, nei primi otto mesi di lavoro, ha dato segnali importanti per cercare una inversione di rotta. La riapertura della Fondazione, il rapporto con Vittorio Sgarbi e l’alleanza con Milano sono passaggi chiari di una politica che non rinuncia all’idea di fare di Sansepolcro una città dove l’arte possa essere uno dei tanti motori per dare slancio ad economia e lavoro nel nostro territorio. Piena valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, più flussi turistici, maggiori risorse che ricadono nel territorio e più posti di lavoro. Ascolteremo volentieri proposte che vadano nella stessa direzione formulate da chi
oggi protesta. Nessun rilievo sulla porta chiusa del museo. La chiusura è temporanea e legata alle dinamiche della mostra in corso. Una polemica strumentale visto che la porta riaprirà quando le opere all’interno della sala torneranno visibili.