Partito Democratico

Il PD sui ritardi della surroga in Giunta

CITTÀ DI CASTELLO – L’elezione di Michele Bettarelli, ex vicesindaco del Comune di Città di Castello, nonché Assessore con deleghe pesanti come Cultura, Bilancio e Partecipate in Consiglio Regionale, ha lasciato scoperti ruoli importanti della macchina amministrativa, che sia a livello amministrativo che politico andrebbero nuovamente coperti.

“Il ritardo accumulato, nella surroga degli incarichi e relative deleghe, non è imputabile al PD che immediatamente ha proposto la soluzione al Sindaco. – scrive il segretario Dem tifernate, Mauro Mariangeli – Noi crediamo che la macchina pubblica, già in  difficoltà per carenza di personale (soprattutto di dirigenti in settori strategici ma anche personale a tutti i livelli), non possa fare a meno di colmare questo deficit in un momento in cui attività strategiche importanti quali Bilancio, Cultura e Partecipate devono essere coordinate e seguite con capacità e competenze; proprio a partire dal prossimo Bilancio Comunale da approvare entro il prossimo 31/03/2020 che non ha avuto ancora alcuna partecipazione. Un bilancio di svolta e rilancio della città, partendo dal recupero crediti, al fine di restituire l’Irpef ai cittadini come promesso un anno fa e realizzare opere pubbliche senza ricorrere ad ulteriori mutui e indebitamento.”

“All’impegno per la realizzazione della casa della salute, utilizzando quei fondi vincolati a tutt’oggi fermi, alla mostra di “Raffaello Giovane” che dovrà vedere la città protagonista, senza dimenticare l’importanza del progetto di Piazza Burri. Il Partito Democratico, con la stessa responsabilità che lo ha contraddistinto nell’amministrare queste deleghe importanti in sintonia con il Sindaco e tutta la Giunta, mantiene la propria disponibilità per completare il mandato di legislatura. Siamo convinti che questo ultimo anno che rimane, sarà con lealtà portato a termine, con rinnovata energia, per il completamento dei progetti contenuti nelle linee programmatiche ma soprattutto per gettare le basi, su nuovi progetti di governo della città a partire dal buon lavoro fatto in queste ultime legislature.”