E’ fissata per lunedì una doppia seduta del consiglio comunale

SANSEPOLCRO – Torna a riunirsi il Consiglio Comunale biturgense che, tra argomenti da recuperare dalla precedente assise e nuove proposte di deliberazione, è atteso da una doppia seduta. Entrambe le assemblee sono state convocate per lunedì 19 settembre nella Sala Consiliare di Palazzo delle Laudi rispettivamente alle 18 e alle 21.
Saranno complessivamente 34 i punti all’ordine del giorno, tra cui 17 interrogazioni e 8 mozioni.
Nella prima seduta pomeridiana, dedicata quasi esclusivamente alle interpellanze, si parlerà dei seguenti argomenti: gestioni associate Unione dei Comuni; ricostruzione del muro scolmatore della diga di Montedoglio; restrutturazione del CDA Coingas; apertura di un tavolo tecnico con Anas per installazione barriere fonoassorbenti SGC E45; ampliamento parcheggio zona Forche; cimitero di Gricignano; celebrazione delle Unioni Civili; utilizzo dei locali del Museo Civico; ritiro rifiuti ingombranti; fondamenta della Torre di Berta; alveo del fiume Tevere; nomina del rappresentante valtiberino EAUT; polveri sottili sulla E45; Installazione di nuove panchine e pulizia strade; impianto di adduzione idrica da Montedoglio; utilizzo della Casa di Piero; richieste varie della popolazione di Gricignano.
Il secondo incontro, relativo alle mozioni, vedrà il parlamentino biturgense esprimere il proprio giudizio riguardo alle seguenti tematiche: riqualificazione di Piazza Torre di Berta; impianti a biomasse ed inceneritori; accoglienza dei migranti nelle famiglie toscane; sostegno del settore grano; discarica abusiva di Cà di Nardo; episodi incresciosi nel centro storico e formazione di un comitato dei Giovani; convegno della Loggia Massonica “Alberto Mario”; Referendum Costituzionale e indizione di un apposito Consiglio Comunale aperto; devoluzione del gettone di presenza per iniziative di pubblica utilità.
Nel corso della seconda seduta verranno inoltre apportate modifiche allo Statuto Comunale, in virtù della riorganizzazione dell’Ente, con l’approvazione di criteri generali e la revisione del Regolamento di organizzazione degli Uffici e dei Servizi.