fbpx

Ex Fornace, Galgano al governo: «Bene potenziamento vigilanza, ma è indispensabile unprogetto di recupero»

UMBERTIDE – “Ex Fornace di Umbertide, bene la riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza che testimonia l’attenzione delle istituzioni rispetto al problema che deve essere altissima. Ricordo infatti che il 21 ottobre due carabinieri, intervenuti per sedare una rissa tra due stranieri, sono stati aggrediti dagli stessi che occupavano proprio gli spazi dell’ex Fornace. Un fatto grave che dimostra come anche le forze dell’ordine,che ringraziamo di cuore per il costante e rischioso impegno che offrono alla comunità, siano esposte a rischio. Quindi chiediamo,sì, che la vigilanza attiva e passiva intorno a quest’area venga potenziata ma, contemporaneamente, un progetto concreto di recupero e rilancio, senza il quale la ex Fornace rimarrà un buco nero che continua a risucchiare i soldi dei cittadini”. Così la deputata del gruppo Civici e Innovatori, Adriana Galgano ha replicato al sottosegretario agli Interni, Giampiero Bocci durante la discussione,in commissione Affari costituzionali, dell’interrogazione presentata sull’area dell’ex Fornace di Umbertide. “Chiediamo, quindi, al Governo di intervenire sollecitando la Regione Umbria e il Comune di Umbertide – ha concluso Galgano – a predisporre quanto prima un piano di recupero dell’area in questione. Soltanto sottraendo questi spazi all’incuria e all’abbandono, possiamo risolvere davvero i problemi di sicurezza e ordine pubblico che, da anni, insistono all’ex Fornace minando la qualità della vita dei cittadini di Umbertide”.