Edilizia antisismica. Secondi: “Le scuole rispondono agli standard di legge”

CITTA’ DI CASTELLO – La sicurezza nelle scuole comunale, anche a seguito ai disastri avvenuti ad Amatrice ed Accumi a seguito del terremoto del 24 agosto scorso, è stata al centro dell’ultimo consiglio comunale. Il capogruppo di Fratelli d’Italia Andrea Lignani Marchesani ha presentato, infatti, un’interrogazione chiedendo di essere informato sui “lavori contro il rischio sismico effettuati nelle scuole, in particolare quale sia la qualità degli interventi, che esito abbiano dato i controlli a valle sul già compiuto, e quali altri plessi avrebbero bisogno di migliorie”.

“L’edilizia scolastica è stata una priorità nelle opere pubbliche – ha risposto l’assessore ai Lavori Pubblici Luca Secondi – finanziati da Regione Umbria e dal Comune sulla base di una graduatoria, su cui figurano anche i progetti di altre scuole, gli interventi sono finalizzati alla sicurezza e sottoposti a tutti i controlli del caso. Le scuole rispondono agli standard di legge anche se ulteriori migliorie sono auspicabili e saranno preferite ad altri investimenti, anche perché esenti dalle soglie del Patto di Stabilità. La materia è sensibile: sarebbe interessante affrontarla in modo approfondito durante una commissione”. Proposta, questa, che ha incontrato il favore anche di Lignani marchesani.