“drive-through“, Minciotti: “Posizionarlo in un luogo più idoneo”

CITTA DI CASTELLO – “Il modello organizzativo drive through è stato un eccellente sistema di prelievo per il tampone orofaringeo utilizzato in alcune sedi anche per l’esecuzione di test rapidi (sierologico e antigene). Con l’aumento importante di numeri legati alla positività al Covid-19, e soprattutto per la sovrapposizione di altri servizi nello stesso presidio di via Vasari, si sta verificando da qualche giorno, una congestione di mezzi, nel quartiere della Madonna del Latte, con impegno di via De Gasperi, fino alla rotonda con via Togliatti, determinando una serie di problematiche, legate sia alla circolazione, alla sicurezza, e al parcheggio”: a rendere nota la situazione è il consigliere Pd Massimo Minciotti.

”Al fine di evitare situazioni già oggi presenti in molte città, e facilmente prevedibili anche per Città di Castello, si sollecita una ridefinizione del sito dove eseguire il prelievo del tampone tramite drive through, spostando l’attuale sede in altra più idonea e spaziosa”.

Minciotti interroga dunque la giunta considerare, insieme alla Asl, il trasferimento della postazione tamponi Covid “drive-through” in luogo più idoneo, come il parcheggio antistante il Centro Servizi a Cerbara. Lo stesso parcheggio, costantemente illuminato, nello scorso mese di aprile, è stato utilizzato per la distribuzione dei buoni spesa, messi a disposizione del comune, garantendo un servizio efficiente nel pieno rispetto della Privacy. Per valutare, la possibilità, di affiancare al presidio per il prelievo dei tamponi (covid-19), anche un presidio per la somministrazione dei vaccini antinfluenzali, vista la raccomandazione del Ministero della Salute, circa l’importanza di questa vaccinazione, in particolare nei soggetti a rischio di tutte le età, al fine di semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, considerata la somiglianza dei sintomi tra Covid-19 e influenza.