Campagna promozionale “Umbria bella e sicura”, PD: “La Regione paga spot ma la Lega si dimentica di far inserire l’Alto Tevere”

.

CITTÀ DI CASTELLO – “La campagna promozionale “Umbria, Bella e sicura” pagata dalla Regione per promuovere l’ Umbria che riparte e in onda sulle principali emittenti nazionali ( Rai, Mediaset, La 7 e Sky), si dimentica di Città di Castello e dell’Alta Valle del Tevere”: così intervengono i consiglieri comunali del Pd altotiberini.

“Secondo l’Assessore regionale al turismo protagoniste degli spot sono “immagini che rappresentano i punti di forza di una terra accogliente e tutta da scoprire”..evidentemente per questa Regione a trazione leghista i comuni dell’Alta Valle del Tevere “punti di forza” non lo sono affatto. Territori ad oggi totalmente esclusi da qualsiasi spot andato in onda a partire da domenica 17 Maggio…uno schiaffo e un danno a tanti operatori della filiera del turismo e del commercio che con grande sforzo si stanno preparando ad accogliere i visitatori in sicurezza”.

“L’Alto Tevere è un territorio sicuro con un patrimonio culturale e ambientale compatibile per natura con i nuovi trend legati all’accoglienza turistica e al rispetto delle norme anti contagio; – aggiungono – zona confine che potrebbe beneficiare di quel turismo di vicinato ritenuto provvidenziale nella ripartenza… è grave e inaccettabile l’ esclusione ad opera della Giunta Leghista di questi territori dagli spot promozionali”.

“Per questo – concludono – presenteremo a breve interrogazioni alle nostre Amministrazioni Comunali per intervenire e chiedere alla Regione Umbria di ripensare la campagna di promozione “Umbria Bella e sicura” includendo Città di Castello e tutti i Comuni dell’Alta Valle del Tevere”.