fbpx

Ascani (Pd): “In Umbria il congresso è stato uno straordinario successo, per Renzi e per il Pd”

CITTA’ DI CASTELLO – La deputata democratica tifernate Anna Ascani commenta i risultati delle convenzioni di circolo, che hanno stabilito i rapporti di forza, nella platea degli iscritti democratici, tra i tre candidati alla segreteria.
«Le convenzioni di circolo – dichiara Ascani – sono state un grande successo in tutto il paese e in Umbria in particolare, innanzitutto per la qualità: un momento di ascolto, dialogo, un’iniezione di fiducia per proseguire lungo il cammino delle riforme, ad alcune delle quali, per inciso, gli odierni dati Istat stanno restituendo il dovuto merito che spesso è stato negato. È stato anche un grande successo di partecipazione: ancorché si leggano molti commenti volti a sminuire, i numeri parlano chiaro. In Umbria avevano votato 6326 tesserati nel 2013, 7227 hanno votato a questo congresso».
«Per quanto riguarda poi – continua Ascani – la mozione Renzi – Martina, che io sostengo, i numeri in Umbria vanno oltre ogni più rosea previsione: il 75.9% a livello regionale è il secondo miglior risultato del paese. Da un testa a testa tra Renzi e Cuperlo nel 2013 a livello regionale (2829 voti contro 2812), si passa a 5461 voti per Renzi segretario contro i 1601 voti di Orlando, cioè molti meno di quelli del solo Cuperlo 4 anni fa. Riferendoci per esempio alla città di Perugia, Cuperlo aveva preso nel 2013 il 56% dei voti dei tesserati; a questo congresso Renzi ha preso il 75.8%, ad affluenza totale nel capoluogo in aumento».
«Il Pd dell’Umbria – conclude Ascani – può, anzi deve, nella sua interezza essere orgoglioso della partecipazione a questa fase congressuale, molto migliore di 4 anni fa. Per quanto riguarda la mia mozione poi si è coi fatti dimostrato quanto fosse campata per aria la fantasia che Renzi stesso fosse mal voluto dalla base del partito. I giusti allori odierni però non ci facciano dimenticare che il congresso vero e proprio comincia adesso, con la volata verso le primarie del 30 Aprile, per cui dobbiamo tutti impegnarci affinché sia una grande festa di popolo. Del nostro popolo, che legittimi una segreteria unitaria e forte e una candidatura autorevole e fiera alla premiership, in vista delle prossime elezioni politiche. Avanti così, #InCammino!»