Anghiari, ‘Risveglio e Progresso’ bacchetta il sindaco e la giunta sul bilancio

ANGHIARI – «Cento mila euro di tasse in più già dal prossimo anno: il sindaco La Ferla col bilancio 2015 prova a cambiare le carte in tavola, ma il risultato sarà sempre lo stesso, un governo del territorio timido che ha esaurito da un pezzo la fiducia degli anghiaresi». La denuncia precisa arriva dal gruppo ‘Risveglio e Progresso’ in una nota, richiamando brevemente la seduta del consiglio comunale di approvazione del bilancio di previsione dello scorso lunedì.
«Se il Sindaco riuscisse entro settembre a portare a termine quanto candidamente asserito nelle varie riunioni già dal prossimo anno il contribuente vedrà accollarsi una somma fra i 100 e i 150 mila euro di spese in più a fronte di una pressione fiscale già alle stelle. Nel periodo 2012/2015 si contano 559 mila 419,80 euro di tasse locali in più per il contribuente. Questi son numeri, e i numeri non si interpretano». Ma i rappresentanti del gruppo, puntano il dito anche sulla maggioranza, che inizia – secondo loro – a scricchiolare. «Dai banchi della maggioranza si è levato un sussulto chiaro e forte: il consigliere de La Sinistra per Anghiari, Mirco Meozzi, ha votato l’astensione al bilancio. Una bocciatura politica che brucia, e non poco. Ma la partita – aggiungono quelli di Risveglio e Progresso – si gioca anche sul versante dell’urbanistica: sono infatti in molti a chiedere a gran voce un tagliando al regolamento urbanistico. E qui i numeri si fanno più ballerini, soprattutto in seno alla commissione consiliare: dove la maggioranza conta tra le sue fila anche la presenza del consigliere Meozzi».