Bettarelli (PD): “Nessuna strategia dalla Regione”

PERUGIA – “Una Regione che naviga a vista da oltre due mesi, nessuna strategia, scelte incomprensibili (ancora tutti ricordiamo
la conferenza stampa sull’ospedale da campo) e ritardatarie su tutti i
fronti, dai tamponi mancati ai test, facendo il pieno nel frattempo di
polemiche strumentali contro il Governo”. È quanto afferma il consigliere regionale Michele Bettarelli (Pd) secondo il quale “la trasparenza delleistituzioni è un principio cardine nel nostro ordinamento, la tutela nei
confronti di tutti i cittadini, ma in Umbria la Giunta non risponde alle
istanze dei consiglieri regionali”.

Bettarelli ricorda che “risale al 31 marzo la mia richiesta di accesso agli atti effettuata regolarmente in qualità di consigliere, una richiesta d’informazioni precise, chiare. Quali, l’approvvigionamento di dispositivi(mascherine, protezioni varie, kit diagnostici, tamponi) e apparecchiature(ventilatori) suddivisi per fonte di approvvigionamento: Dipartimento
Protezione civile nazionale / Presidenza Consiglio dei ministri (quindi dal livello nazionale), donazioni di privati, approvvigionamento diretto del
sistema regionale”.

“Una richiesta semplice – stigmatizza Bettarelli -, ma ad oggi nessun riscontro, seppure non solo il regolamento preveda un tempo massimo per la risposta, fissato in 10 giorni, ma soprattutto si tratta in parte di quei dati che l’assessore Coletto, nella sua relazione nel corso del Consiglio regionale dello scorso 23 aprile ha citato. È proprio in quell’occasione
– ricorda – che l’Assessore ci ha informato che i ventilatori polmonari,oggetto di una feroce polemica a mezzo stampa con il Governo da parte della
Presidente, nel pieno della pandemia, fortunatamente c’erano ed erano in ospedali no-COVID”.

“Nessun riscontro – sottolinea il consigliere Dem -, la Regione non
risponde. Non risponde alle richieste di accesso atti, non risponde alle interrogazioni scritte. In oltre due mesi solo una risposta è stata fornita in merito all’esenzione del bollo auto. Tanti annunci – continua – e nessuna strategia. Mentre Regioni limitrofe hanno pianificato una strategia
per la consegna e diffusione dei Dpi è di pochi giorni fa la comunicazione della Regione ai nostri Sindaci, che finora da soli hanno provveduto a
fronteggiare anche questo lato dell’emergenza, che saranno consegnate mascherine che loro dovranno distribuire a persone con più di 65 anni e non autosufficienti, disabili e cittadini in povertà assoluta”.

“Ma la Regione – commenta Bettarelli – naviga a vista o c’è una
strategia sulla distribuzione di mascherine e sulla esecuzione di kit e tamponi anche questi oggetto di, titoli conferenze stampa e tavoli
‘imminenti’ ancora da farsi? Perché – si domanda ancora il consigliere
di opposizione – le risposte, se ci sono, sono poche e tardive e perché
questa Giunta finge di non vedere le nostre domande? Per ora – conclude -come diceva un noto politico italiano ‘a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca’”.