Marco Locchi sulla recente tornata elettorale

UMBERTIDE – Dopo la recente tornata elettorale delle elezioni regionali umbre, non si placano le discussioni attorno ai risultati, e soprattutto attorno alle analisi sull’andamento delle preferenze. Riceviamo e pubblichiamo una nota sulle recenti elezioni di Marco Locchi, ex sindaco di Umbertide, che analizza l’andamento delle preferenze nel proprio comune.

Con un’analisi frettolosa la Lega di Umbertide cerca di liquidare la recente tornata elettorale mascherando il risultato reale della nostra città con quello regionale (che comunque pur nella indiscussa affermazione registra un -1,3% rispetto alle Europee). La Lega ad Umbertide ha perso il 3% secco: nonostante i votanti siano aumentati di oltre 500 unità, gli elettori della lega sono calati. Singolare soprattutto perché qui la Lega governa e quindi avrebbe dovuto fare il pieno di voti ed invece dopo la frenata alle Europee continua la discesa. Fallito, nonostante ci abbiano lavorato accanitamente in 30, anche l’obiettivo di eleggere in consiglio regionale i rappresentanti sostenuti dal “pro Sindaco” Marchetti contro il pluri votato Mancini! Fallita quindi anche la prima prova di chi aveva promesso di portare a Marchetti centinaia e centinaia di voti “civici” e invece a malapena ha portato quelli di casa. Fallito anche il tentativo di annientare la Vice Sindaco e di chiederne la testa a vantaggio di un aspirante vice sindaco “civico”. La Mierla ha fatto invece un ottimo risultato (ad Umbertide ha preso più voti di Mancini !) consolidando il suo ruolo in giunta e facendo schiumare di rabbia qualche collega. FDI ha fatto una buona performance crescendo quasi di 2,5%. Non male neanche il civico Orazi che in una situazione non facile ha comunque fatto un discreto risultato. Quindi la situazione dopo le elezioni non è come quella di prima in casa Lega; sarebbe naturale che qualcuno dopo i recenti risultati rivendicasse almeno un posto in questa giunta monocolore in sostituzione di “poltronari” abusivi che rappresentano solo loro stessi: è sorprendente questo silenzio anche da parte dei consiglieri della Lega, molti dei quali hanno tutti i numeri per ricoprire incarichi amministrativi in Giunta. E comunque un rimpastino per tirar fuori la Giunta da questo immobilismo che erode inesorabilmente consensi sarebbe d’obbligo, sostituendo almeno un civico con uno di FDI che i voti li ha o al limite “civico per civico” inserire Orazi che almeno ha oltre 100 voti e rappresenta una lista civica con un buon peso Regionale 

Marco Locchi