Enea Paladino: “Viabilità, Morra prosciuga le risorse di Citerna e Trestina”

CITTA’ DI CASTELLO – A pochi giorni dall’inizio dei lavori sulle strade, cresce la polemica. A innescarla è il consigliere provinciale Enena Paladino, con un lungo e duro documento. Ecco il testo.

Alla luce delle innumerevoli richieste di fondi per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle nostre strade regionali e provinciali sono stati stanziati, per il 2016, dei fondi per la sistemazione di alcuni tratti stradali, che ovviamente sono evidentemente insufficienti.
Alla situazione critica della viabilità umbra, all’interno dei pochi fondi stanziati, si aggiunge la solita logica deleteria del clientelismo pre-elettorale. Così nel verificare che i pochi fondi fossero destinati alle situazioni più critiche della viabilità del nostro territorio, si scopre che il progetto per la manutenzione della rete stradale presentato dall’ufficio area viabilità della Provincia di Perugia è stato modificato in seno alla seduta della Giunta Regionale con la delibera n. 1652 del 29 dicembre. Tali modifiche destano molti interrogativi come ad esempio il perché per la messa in sicurezza del comune di Citerna della strada provinciale 100, così come richiesto dal gruppo consiliare “Progetto Comune”, sono stati tagliati di 1/4 (8 mila 500 euro) i fondi previsti, allo stesso modo nella frazione di Trestina dove all’appello vengono a mancare 10 mila euro sui 55 mila per la strada provinciale 105. Al peggio non c’è fine e così viene mantenuta la stessa chilometrazione, per far ostentare una finta operatività dell’amministrazione, ma con le conseguenze che la pavimentazione e le riparazioni saranno nettamente più scadenti con una più facile deteriorabilità.
Ora la domanda che sorge spontanea è perché i fondi tagliati a Pistrino e a Trestina sono andati a finire a Morra? La strada provinciale 104 infatti si è vista triplicare il finanziamento da 12 mila 500 euro che gli uffici della Provincia avevano previsto (quindi si parla di un piccolo intervento) a ben 31 mila euro.
Soprattutto la delibera della Giunta regionale non giustifica tali modifiche ai progetti originari, ci prenderemo noi l’incarico di portare a fondo tale questione in Consiglio provinciale. Sperando che l’assessore regionale alla viabilità Chianella, possa chiarire queste modifiche, e soprattutto l’assessore Cecchini visto che era presente alla seduta di Giunta e ha consentito una tale ingiustizia.
Infine è triste costatare il silenzio del Pd altotiberino a queste ingiuste ingerenze regionali.

Enea Paladino
Consigliere Provinciale – Provincia Civica