Umbertide: al via le stabilizzazioni del personale comunale

UMBERTIDE – Con la deliberazione n. 66 del 26 febbraio 2018, il Commissario straordinario, Castrese De Rosa, con i poteri della Giunta ha avviato le procedure per la stabilizzazione del personale dipendente del Comune di Umbertide. Infatti, in ottemperanza al D. Lgs. n. 75/2017 sul superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni a favore dell’assunzione a tempo indeterminato di personale, l’Amministrazione comunale umbertidese ha definito il piano triennale dei fabbisogni di personale, individuando per l’anno 2018 la necessità di provvedere alla stabilizzazione di cinque figure professionali. Tale piano è stato illustrato dal Commissario straordinario Castrese De Rosa anche alle organizzazioni sindacali che, in occasione dell’accordo sul bilancio di previsione 2018, hanno approvato e condiviso le linee definite dall’Amministrazione.

Il piano prevede, in una prima fase, la stabilizzazione di tre figure professionali, vale a dire un farmacista a tempo pieno e due bidelle/cuoche part time (rispettivamente a 20 e a 18 ore settimanali); il Comune di Umbertide ha già provveduto a pubblicare i rispettivi avvisi all’albo pretorio online del Comune ove vi resteranno per la durata di quindici giorni. Per questi avvisi, le domande dovranno essere presentate a mano presso l’ufficio protocollo, per mezzo raccomandata o per posta certificata, entro le ore 14 del 13 marzo 2018.

L’intenzione è quella di procedere poi, sempre per l’anno 2018, all’assunzione a tempo indeterminato di altre due figure, vale a dire due educatori/educatrici d’infanzia part time rispettivamente a 15 e 25 ore settimanali.

“Il nostro obbiettivo è quello di superare il precariato nella pubblica amministrazione, prevedendo l’assunzione di cinque figure professionali, per l’anno 2018, in coerenza con il piano triennale dei fabbisogni 2018-2020 e prevedendo le relative coperture finanziarie – ha commentato il commissario Castrese De Rosa – Stabilizzare i dipendenti non significa soltanto garantire un’occupazione stabile ai diretti interessati ma anche e soprattutto rendere la macchina comunale ancora più efficiente, efficace e rispondente alle esigenze e ai bisogni dei cittadini”.