Smacchia (Confcommercio): “Promosse le Fiere, bocciata la gestione dei parcheggi”

CITTA’ DI CASTELLO – Il presidente Confcommercio Città di Castello Mauro Smacchia promuove “a pieni voti le Fiere”, ma “boccia la gestione dei parcheggi”.
“La scelta di portare una parte delle Fiere nel centro storico si è rivelata vincente: c’è stato movimento, si è dato ossigeno alla città e alle sue attività economiche, che soffrono ancora per l’onda lunga della crisi. – dice Smacchia – La gestione del parcheggio lungo l’ansa del Tevere, totalmente chiuso alla sosta, non è stata invece all’altezza delle esigenze dei cittadini. Su questo aspetto si dovrà lavorare nel futuro, se vogliamo che questo evento, così importante per il nostro territorio, non sia penalizzato da scelte discutibili e se vogliamo che esprima al massimo tutte le sue potenzialità”.
Mauro Smacchia, presidente Confcommercio di Città di Castello, condivide le dichiarazioni dell’assessore al Turismo e al Commercio Riccardo Carletti, che ha parlato di un bilancio molto positivo per le Fiere, edizione 2015, ma propone, allo stesso tempo, che in futuro siano adottate misure più consone e più efficaci per i parcheggi, perché quest’anno il divieto di sosta nella zona del parcheggio che doveva essere a questo scopo destinata ha creato un notevole disservizio.
“L’amministrazione comunale aveva accolto la nostra proposta di spostare nel centro storico di Città di Castello una parte delle Fiere – spiega il presidente di Confcommercio Smacchia – e questa soluzione è stata davvero molto bene accolta dai cittadini e gli imprenditori della zona. In un primo momento era stata accolta anche la nostra proposta di destinare alla sosta una parte del parcheggio lungo l’ansa del Tevere, che invece è risultata chiusa alle auto, per presunte ragioni di sicurezza. Siamo convinti che se si fosse seguito il progetto originario, con una efficace regolamentazione del movimento in entrata e in uscita dal parcheggio, per i cittadini parcheggiare sarebbe stato più facile e più sicuro. Ci auguriamo che in futuro non si ripetano errori di questo tipo e ci rendiamo disponibili, fin da ora, a collaborare con le autorità cittadine per trovare le soluzioni migliori al problema dei parcheggi e della viabilità, soprattutto in occasione di eventi di così forte impatto sulla città”.