fbpx

Sindacati: un Primo Maggio all’insegna di un miglioramento dell’economia

CITTA’ DI CASTELLO – Futuro ancora incerto per le imprese altotiberine, anche se ci sono timidi segnali di ripresa per l’economia locale. Lo hanno detto i i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil durante la presentazione dell’iniziativa del Primo maggio nel Comune tifernate. Alessandro Piergentili (Cgil), Antonello Paccavia (Cisl) e Piergiovanni Egidi (Uil) hanno evidenti come ci sono lievi segnali di miglioramento, sopratutto nel metalmeccanico legato all’agricoltura, nel settore agroindustriale e della trasformazione di prodotti primari, al cartotecnico e al grafico. E i sindacalisti sottolineano come le nuove misure del Governo stanno apportando qualche miglioramento nel mercato del lavoro, con un consolidamento di alcune posizioni che da precarie diventano stabili. «Per il piano garanzia Giovani – hanno aggiunto Piergentili, Paccavia ed Egidi – nel Tifernate su circa 900 ragazzi che si sono presentati agli sportelli, in 310 casi sono stati attivati dei tirocini, per 336 i voucher, 151 sono stati impiegati nel servizio civile, 61 in attività di formazione, 5 persone sono state accompagnate al lavoro, tre ragazzi hanno iniziato una attività in proprio e per finire 3 hanno avviato una carriera verso l’estero, andando a lavorare in altri paesi dell’Unione Europea. Sono dati ben auguranti, anche se siamo convinti che l’incremento dell’occupazione arrivi solo se ci sono gli aumenti di investimento: è questo il vero segnale da cogliere». Proprio per questo è necessario un momento di riflessione, che i sindacati promuovono per il 1 Maggio. «E’ ormai da quattro anni – hanno concluso – che offriamo alla città e al territorio un momento per confrontarci, grazie anche alla filarmonica Puccini con cui vogliamo lanciare un messaggio che parla al cuore dei cittadini».