fbpx

Razionalizzazione delle partecipate, appello dei sindacati: “Non penalizzare il lavoro e la qualità dei servizi”

CITTA’ DI CASTELLO – «Sulla riduzione delle partecipate non penalizzare il lavoro e la qualità dei servizi pubblici erogati ai cittadini». E’ l’appello di Cgil e Cisl durante l’assemblea dei dipendenti della Polisport (avvenuta il 31 marzo) a seguito all’incontro fra sindacati e Comune, riguardante proprio il piano di riorganizzazione delle società partecipate.

«Abbiamo ribadito – hanno detto Alessandro Piergentili per la Cgil, Antonio Bruschi della Rsu di Polisport e Antonello Paccavia rappresentante dalle Cisl – che una riorganizzazione del sistema delle società partecipate da parte del Comune deve affrontare le situazioni reali, rifuggendo dalle scorciatoie, a partire dall’adozione di misure che “non penalizzino il lavoro”e la qualità dei servizi pubblici erogati ai cittadini». I vertici sindacali hanno aggiunto come Polisport è una di quelle partecipate per le quali è previsto un processo di riorganizzazione, sul quale i dipendenti e le organizzazioni hanno espresso la condivisione sul percorso. «Abbiamo anche chiesto – hanno proseguito – che in maniera preventiva e prima della fase operativa di predisposizione del bando per la gara, si realizzi il confronto sui criteri da inserire».

Nel frattempo i dipendenti di Polisport hanno dato mandato alla Rsu di continuare il confronto con la presidenza della società per completare la contrattazione aziendale, congelata 4 anni orsono, dentro al precorso di risanamento, e contemporaneamente hanno impegnato le organizzazioni sindacali a attivare il confronto con l’azienda e con il Comune per mettere in campo tutte le iniziative indispensabili alla tutela dell’occupazione, certezza delle condizioni contrattuali e professionali, al fine di continuare a garantire servizi sportivi di qualità e di sicurezza per i cittadini, così come è stato svolto sino ad oggi.