L’e-kart progettato a Umbertide protagonista di un nuovo modo di correre su pista

GUNSKIRCHEN  – E’ stata una delle arene motoristiche più moderne della Germania, Oschersleben, a fare da cornice alla prima, attesissima gara del DEKM, il campionato tedesco di karting elettrico. Un evento, il primo nella storia, che ha visto protagonista l’ekart Rotax Thunder, un kart elettrico dal cuore tutto italiano, sviluppato da IET, azienda del Gruppo SMRE, con sede a Umbertide (Pg).

Spinti dal motto “Race like never before”, 17 giovani piloti tra i 15 e i 18 anni hanno dato vita, il 30 giugno e 1 luglio scorsi, a quattro gare molto accese, regalando ai tanti spettatori un fine settimana di karting ad altissime prestazioni. Il nuovo Rotax Thunder, sviluppato da IET, accelera in soli 3,5 secondi senza emissioni a 100 km/h e segna senza dubbio un nuovo inizio nella storia delle gare automobilistiche.

Rotax Thunder è un prodotto di Ric Tech GmbH, joint venture tra Smre, specializzata nello sviluppo di soluzioni altamente tecnologiche nel campo della mobilità elettrica, e BRP-Rotax GmbH & Co KG, leader nella produzione e nello sviluppo di motori per il settore recreational.

Samuele Mazzini, Ceo Smre, commenta così: “Questa gara segna il raggiungimento di un ambizioso obiettivo che ci eravamo posti sin dall’inizio: portare il karting elettrico in un vero ambiente da competizione. Oggi inizia una nuova storia”.
Anche Peter Ölsinger, Vicepresidente finance e Rotax Propulsion Systems BRP-Rotax GmbH & Co parla di “una importante conferma per il nostro lavoro, proiettato sempre più al futuro”.

In vista ora, ci sono altre due gare, sempre in Germania, che si terranno in luglio e agosto. Rigorosamente a emissioni zero.