La Nardi “passa” di mano: nuovi proprietari

CITTA’ DI CASTELLO – E’ stata una società inglese ad acquistare la Nardi spa. Il 90% circa (89,33% per la precisione) delle azioni è finita in mano a questa società britannica (con sede a Londra), dopo una lunga e approfondita analisi da parte di una società svizzera di consulenza. Le restanti parti sono sempre in mano ai ‘vecchi’ soci. Nel frattempo il Consiglio di amministrazione (di cui fa parte Paolo Carloni di Città di Castello, consulente locale; Marco Labbadini e Carlo Milani) si è incontrato con i sindacati. Sul tavolo: la prospettiva di una ristrutturazione pesante in termini occupazionali (un centinaio i dipendenti attuali) poiché ci sarebbe l’intenzione di continuare negli stabilimenti l’attività industriale, ma ridurre di molto quella produttiva.