Disagi a Pierantonio per la chiusura ed i disservizi fra sede bancaria e bancomat

UMBERTIDE – Disagi per i cittadini dopo la decisione di Unicredit di chiudere la propria sede, ed i disservizi del bancomat annesso, della frazione di Pierantonio. Questa mattina, Annalisa Mierla, vicesindaco ed assessore con delega allo sviluppo economico del comune di Umbertide ha deciso di chiedere spiegazioni in merito al gruppo.

“Ho deciso di chiedere qualche spiegazione a nome dei cittadini – ha dichiarato l’assessore in un video messaggio social sui propri profili – le cose di cui abbiamo parlato sono certamente tante, ma diciamo che siamo partiti dagli ultimi tre giorni nei quali il bancomat di Pierantonio è rimasto bloccato, oltre che dalla chiusura della filiale dal 20 marzo per problemi di sostenibilità economica”

Il gruppo Unicredit ha infatti deciso di chiudere le filiali che hanno pochi correntisti, e dal 20 marzo scorso anche la filiale di Pierantonio ha subito questa sorte. L’assessore allo sviluppo economico, Annalisa Mierla, però non ci sta: “Mi risulta che i correntisti della filiale fossero più di 900, evidentemente un numero ritenuto non sufficiente per Pierantonio secondo Unicredit. Però non possiamo permettere che ci sia un blocco di questo genere, costringendo oltre che i cittadini anche gli esercenti, ad esempio, della frazione più popolosa del comune a doversi recare, magari a fine giornata, obbligatoriamente in piazza ad Umbertide per poter effettuare operazioni”

“Sono venuta per avere risposte – ha continuato l’assessore Mierla – e ne ho avute, parlando prima con la direttrice, la dottoressa Pirozzi, che ha capito subito con grande sensibilità in nostri problemi, e poi anche con il capo area di Perugia, che anche lui con grande sensibilità verso il territorio, ha assicurato che sarà sistemato immediatamente il bancomat, e si è dato disponibile ad un incontro in comune con il sindaco per parlare di questo disservizio importante per i cittadini”

I temi non si sono fermati qui, con la chiacchierata che a margine ha anche interessato l’andamento delle procedure di erogazione degli aiuti e delle facilitazioni previste per il Covid-19, per capire come sta il tessuto economico delle imprese del comune, e che, come ha già assicurato la direttrice, vede procedure che sono già state snellite ulteriormente. Il tema sarà comunque parte della discussione nel prossimo incontro istituzionale in Comune.