Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo: successo per l’assemblea dei soci 2017

ANGHIARI – Si è svolta domenica 7 maggio all’interno del palazzetto dello sport l’assemblea dei Soci 2017 della Banca di Anghiari e Stia Credito Cooperativo. E’ stata una giornata partecipata ed intensa che ha rappresentato inoltre un momento come sempre di fondamentale importanza sotto il profilo dell’aggregazione e dello stare insieme.

L’Assemblea è stata preceduta dalla Santa Messa in commemorazione dei soci defunti e si è aperta con le parole del presidente Paolo Sestini che ha espletato tutte le operazioni formali necessarie ai fini della prosecuzione dei lavori. Sono in seguito intervenuti il direttore generale Fabio Pecorari, il presidente del Collegio Sindacale Massimo Meozzi e il presidente della Federazione Toscana delle Banche di Credito Cooperativo e vicepresidente vicario di Federcasse Matteo Spanò che ha ribadito l’importanza di quello spirito di collaborazione che da sempre caratterizza il Credito Cooperativo e sottolineato la grande partecipazione alla giornata.

L’Assemblea dei Soci ha approvato con voto unanime il bilancio 2016, chiusosi con un utile netto di 538.469 euro. Gran parte di questo è destinata alla riserva legale (502.315 euro), la differenza va invece ai fondi mutualistici per lo sviluppo della cooperazione e resta a disposizione del Consiglio per iniziative di beneficenza e mutualità. In crescita la raccolta diretta che registra un +2,1% rispetto all’anno precedente, attestandosi ad oltre 418 milioni di euro, nonché quella indiretta che raggiunge gli 88,5 milioni euro (+5,5% rispetto al 2015). In contrazione gli impieghi, che ammontano a quasi 356 milioni di euro, in flessione dell’1,2% rispetto all’anno precedente. Il rapporto impieghi su depositi si attesta quindi all’85,1%. Sensibile l’incremento del risparmio gestito, che tocca quota 44,8 milioni di euro (+29,1%), considerati anche i volumi sviluppati nel comparto assicurativo del ramo vita. Sostanzialmente stabile il capitale sociale, che sfiora i 15 milioni di euro. Con la chiusura dell’esercizio 2016 si conclude un ciclo impegnativo per la Banca di Anghiari e Stia. Negli ultimi anni, infatti, sono state intraprese importanti azioni per mantenere i parametri tecnici in ambito di sicurezza, nonostante le prevedibili erosioni di capitale operate dagli effetti di una crisi lunga e difficile. Il risultato di queste azioni lo si può apprezzare negli indicatori di patrimonializzazione della Banca che vedono un CET1 pari al 14,33% ed un total capital ratio al 15,02%. Dati positivi, che rappresentano pienamente gli sforzi fatti negli ultimi anni per garantire solidità e capacità di sviluppo futuro alla Banca.

L’Assemblea dei Soci ha votato in maniera unanime l’adesione della Banca di Anghiari e Stia al Gruppo Bancario Cooperativo capeggiato da Iccrea Banca, decisione importante così come ha sottolineato il direttore generale Fabio Pecorari. “L’adesione al Gruppo Bancario di Iccrea significa proseguire con continuità e coerenza nella strada percorsa in oltre 110 anni di storia, all’interno di un gruppo solido e ben patrimonializzato. Operiamo con Iccrea da sempre e questa decisione è in linea con il nostro modo di agire”. La Banca di Anghiari e Stia è stata tra l’altro la prima Banca di Credito Cooperativo della Toscana ad aver deliberato l’adesione al Gruppo guidato da Iccrea.

Un altro momento di grande importanza è stato quello in cui l’Assemblea dei Soci ha votato per il rinnovo delle cariche confermando la lista presentata dal Consiglio uscente. Le elezioni si sono svolte con voto palese degli oltre 1100 soci presenti (in proprio o per delega) e hanno dato esito unanime. Un numero decisamente elevato che conferma la grande partecipazione e l’inscindibile rapporto che unisce la Banca e i suoi soci.

 

 

L’Assemblea ha rappresentato anche un momento di aggregazione e di confronto ed il positivo esito ha premiato lo sforzo effettuato per organizzare questo che è da sempre uno degli appuntamenti più importanti nella vita della Banca.

A margine dell’Assemblea, dopo il gustoso buffet preparato dal Sottobosco, è stato come sempre emozionante il momento dedicato alle premiazioni dei 33 giovani soci o di figli di soci che hanno ottenuto brillanti risultati scolastici.