‘Zangarelli’, Liceo “Angeloni” di Terni trionfa nella sezione orchestre per il terzo anno consecutivo

CITTA’ DI CASTELLO – Cambiano le edizioni ma, ormai da tre anni consecutivi, la prima giornata del Concorso Zangarelli rimane sempre all’insegna del liceo musicale “F. Angeloni” di Terni, che ieri (mercoledì 8 maggio) ha conquistato il primo posto assoluto ancora una volta nella sezione orchestre dei licei musicali, bissando di fatto i successi del 2017 e del 2018. Ma l’istituto ternano non si è fermato qui, trionfando anche nella sezione cori.

C’è gloria pure per il “Quinto Orazio Flacco” di Venosa (Pz), il cui direttore, Walter Farina, ha ricevuto il premio al miglior arrangiamento originale per il brano “Concert march”. A premiare i “veterani” del primo posto, nella chiesa di San Domenico, sono stati il direttore artistico Marcello Marini e la referente nazionale del Miur per le scuole a indirizzo musicale Annalisa Spadolini, la quale ha voluto sottolineare “l’altissima qualità del lavoro fatto da studenti e docenti sia per i repertori, che per le esecuzioni e le interpretazioni”.

Oltre alla chiesa di San Domenico, sede delle esibizioni di orchestre e cori, la prima giornata del concorso ha sentito risuonare le aule della “Pascoli” con la musica di solisti e piccoli gruppi dei licei musicali, accolti di prima mattina con una colazione da record, due mega sfilatini lunghi 6 metri ripieni di cioccolata offerti dagli studenti del Cavallotti. Nel pomeriggio invece, tra un’esibizione e l’altra, sono rispuntate anche le “isole sonanti”, colorate e suggestive postazioni musicali con protagonisti gli studenti della “Alighieri-Pascoli” in piazza Fanti e nell’atrio del palazzo comunale, che hanno visto la presenza di tantissime persone e confermato il successo degli scorsi anni.

In serata, invece, sul palco del Teatro degli Illuminati, si è esibita l’ “Orchestra di fiati dell’Alta Umbria e del Conservatorio di Perugia”, 50 elementi diretti da Nolito Bambini, in un programma musicale che ha messo anche in risalto il virtuosismo di alcuni giovani solisti del Conservatorio “Morlacchi”, in particolare Bruno Mancuso, Giacomo Margaritelli, Davide Chiatti ed Emanuele Burnelli. Hanno concluso la serata le parole del dirigente scolastico della “Alighieri-Pascoli” Filippo Pettinari, che ha ribadito come le commissioni “abbiamo riscontrato un altissimo livello di ragazzi e docenti”. “Nelle scuole italiane – ha aggiunto – c’è una grande ricchezza di talenti che spesso fa fatica ad essere riconosciuta ma che cresce, così come il nostro Concorso. Nell’ambito dello studio della musica i cambiamenti nel tempo sono tutti cambiamenti in positivo. Spero che queste tre giornate aiutino a coltivare questi talenti che ci sono nelle scuole”.

La seconda giornata del Concorso, giovedì 9 maggio, vedrà le numerose esibizioni degli allievi delle scuole secondarie di primo grado, sempre nella sede della scuola Pascoli e nella chiesa di San Domenico. Alle 21.15, invece, ci sarà un’altra serata di musica con il concerto di percussioni del trio “Groove Tribù”, composto da Riccardo Bigotti, Mauro Giorgeschi e Matteo Marini, che trascinerà il pubblico in una spettacolare serata dai ritmi etnici e groove nella sala conferenze della biblioteca “Carducci”.