Ultimo appuntamento di “Andiamo a teatro Insieme”: due gli eventi

SANSEPOLCRO – Ultimo appuntamento del progetto “Andiamo a Teatro Insieme” realizzato da Laboratori Permanenti, con la collaborazione del Comune biturgense, e per gli appuntamenti relativi alla stagione al Teatro Dante, con la collaborazione di Fondazione Toscana Spettacolo. L’appuntamento è alle 17.45 di domenica 15 aprile al Museo Civico.

Gli incontri vogliono avvicinare il pubblico costituito soprattutto da giovani che frequenta la stagione di Laboratori Permanenti al Teatro Alla Misericordia al pubblico della stagione di FTS al Teatro Dante nell’incontro con gli artisti ospiti dei due diversi Teatri. Costruire una comunità del teatro che lo viva con familiarità e passione attraverso i racconti e le messe in scena degli artisti ospiti nel nostro territorio.

A precedere la performance “Tre voci per Marina”, dedicata alla leggendaria performer Internazionale Marina Abramovic, le attrici Caterina Casini, Gloria Sapio, Beatrice Visibelli incontrano il pubblico.

Partecipano all’incontro i ragazzi del Liceo Artistico G. Giovagnoli di Sansepolcro che partecipano al progetto #U21andiamoateatro (sempre sostenuto da Fondazione Cassa Risparmio di Firenze)

Ingresso libero

Prosegue alle ore 19,30 presso la CasermArcheologica la performance “Tre voci per Marina”, con Caterina Casini, Gloria Sapio, Beatrice Visibelli.

Coproduzione di Laboratori Permanenti, Settimo Cielo e Teatri d’Imbarco.

Performance ripetuta ogni 20 minuti – prenotazione obbligatoria (334.5441166)

Ingresso unico 6 euro

 

La performance, spettacolarizzazione del pensiero e della propria storia personale, è fatto emblematico e assume valore concettuale attraverso un forte impatto emotivo.
La ricerca assoluta di Marina Abramović, leggendaria performer internazionale, è il tema su cui si incontrano tre attrici dagli originali percorsi artistici.
A partire da THE LOVERS, la lunga marcia sulla Muraglia Cinese, fino alla performance THE ARTIST IS PRESENT al Moma di New York (2010), le riflessioni dell’Abramović sono occasioni di una nuova relazione teatrale con il pubblico.