Si avvicina la Mostra nazionale del Libro Antico: venerdì a Palazzo Vitelli a Sant’Egidio presentazione del libro “L’eredità medicea”

CITTA’ DI CASTELLO – Nell’ambito della sedicesima Mostra Mercato Nazionale del Libro Antico e della Stampa Antica, in programma dal 2 al 4 settembre 2016, Palazzo Vitelli a Sant’Egidio ospiterà venerdì 25 marzo, alle ore 17.00, la presentazione del libro-romanzo intitolato “L’eredità medicea” di Patrizia Debicke Van Der Noot, che ripercorre la vicenda storica di Alessandro Vitelli, comandante dell’esercito imperiale chiamato ad appoggiare l’ascesa al potere di Cosimo de’ Medici nel 1537, e della signoria dei Vitelli, protagonista del Rinascimento tifernate. Un nuovo rilevante contributo alla riscoperta della vicenda della famiglia che più di tutte ha segnato la storia di Città di Castello, del quale il sindaco Luciano Bacchetta, l’assessore alle Politiche Economiche Enrico Carloni, il presidente dell’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio Fabio Nisi e il responsabile scientifico della Mostra Mercato Nazionale del Libro Antico e della Stampa Antica Giancarlo Mezzetti hanno presentato contenuti e significato nella conferenza stampa di stamattina nella residenza municipale tifernate. “E’ davvero importante per Città di Castello riscoprire la vicenda storica della famiglia Vitelli e il ruolo che ha avuto nella crescita e nello sviluppo culturale e urbano della città”, hanno dichiarato il sindaco Bacchetta e l’assessore Carloni, che hanno sottolineato la soddisfazione per il percorso avviato con l’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio e la Mostra del Libro Antico e della Stampa Antica “per la valorizzazione di un patrimonio conoscitivo che è fondamentale ancor oggi per comprendere la realtà della nostra comunità”. A ricordare come l’evento del 25 marzo si collochi in un percorso che ha permesso di ricostruire negli anni le figure di Vitellozzo Vitelli e Niccolò Vitelli e l’assedio di Città di Castello del 1474 è stato il presidente dell’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio Nisi, il quale ha messo in evidenza come il libro restituisca con grande fedeltà storica la figura di Alessandro Vitelli e il ruolo decisivo che giocò al fianco di Cosimo de’ Medici nella guida del Granducato di Toscana. “Come associazione siamo impegnati a 360 gradi nel recupero della storia della città – ha spiegato Nisi – con una indagine sui fatti principali e sui personaggi più significativi, nell’ambito della quale il secolo d’oro dei Vitelli è certamente una pagina affascinante e ricca di tracce che ancor oggi sono visibili a tutti, a cominciare dai gioielli architettonici rappresentati dai tre palazzi quasi tutte le regioni italiane e dall’estero, in particolare da Francia e Germania – ha sottolineato – nell’ambito di un programma che ospiterà la presentazione di manoscritti e libri di notevole importanza, due iniziative collaterali legate alla bibliofilia e alla bibliografia e una conferenza che farà il punto sulla situazione del mercato che prendono il nome della signoria”. L’evento del 25 marzo sarà il primo passo del programma della XVI Mostra Mercato Nazionale del Libro Antico e della Stampa Antica, che per il terzo anno sarà anticipata da un appuntamento del “ciclo vitelliano”, con il quale la tradizione storica della città si salda all’offerta della manifestazione. “Una fortunata idea dell’assessore Carloni, che ci permette di indagare una vicenda storica fondamentale per Città di Castello e di avvicinare gli appassionati alla Mostra di settembre, che è uno degli eventi di bibliografia più importanti in Italia”, ha evidenziato il curatore della manifestazione Mezzetti, che ha dato alcune anticipazioni sull’edizione 2016. “Alla Mostra Mercato avremo 40 espositori provenienti da”. Venerdì 25 marzo la presentazione del libro “L’Eredità Medicea” nella Sala dei Fasti di Palazzo Vitelli a Sant’Egidio vedrà la partecipazione dell’autrice Patrizia Debicke Van Der Noot e gli interventi del sindaco Luciano Bacchetta, dell’assessore Enrico Carloni, del presidente dell’Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio Fabio Nisi e del presidente dell’Istituto per la Storia dell’Umbria Contemporanea e docente dell’Università degli Studi di Perugia Mario Tosti, con il coordinamento dei lavori del responsabile scientifico della Mostra Mercato Nazionale del Libro Antico e della Stampa Antica Giancarlo Mezzetti.