Sansepolcro, giovedì 12 dicembre Giulio Scarpati e Valeria Solarino nel Misantropo di Molière

SANSEPOLCRO – È in programma giovedì 12 dicembre alle 21 il secondo spettacolo della Stagione Teatrale 2019-20 organizzata dal Comune di Sansepolcro in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo Onlus. Al Teatro Dante farà tappa un grande classico del teatro che ironizza, senza ipocrisia, le ambiguità, i difetti e le imperfezioni dell’umanità: il Misantropo di Molière.

Lo spettacolo – Un testo immortale, portato in scena dalla compagnia Gli Ipocriti, per la regia di Nora Venturini, con due protagonisti come Giulio Scarpati e Valeria Solarino che sanno calarsi al meglio nei panni dei protagonisti Alceste e Celimene.

L’aspetto privato, in questo capolavoro, che si muove sempre in equilibrio tra commedia e tragedia, è importante sia dal punto di vista teatrale, che da quello sociale, perché ne evidenzia il fattore umano e, dalla corte del re Sole, lo porta dritto a noi. Se Alceste è “nostro contemporaneo” nella sua indignazione impotente e donchisciottesca contro la falsità e la corruzione, sono “nostri contemporanei”, tragici e comici insieme, anche Alceste e Celimene come coppia sentimentalmente impossibile: non si capiscono ma si amano, si sfuggono ma si cercano, si detestano ma si desiderano.

Sono un uomo e una donna di oggi, con torti e ragioni equamente distribuiti, protervi nel non cedere alle richieste dell’altro, non disposti a rinunciare alle proprie scelte di vita, in perenne conflitto tra loro. Nei loro difetti possiamo a turno ritrovarci e riconoscerci; e ne ridiamo, guardandoci allo specchio.

Servizio babysitting – Da quest’anno, grazie al sostegno di Coop, il teatro offre un servizio di babysitting per le famiglie con bambini, mettendo a disposizione uno spazio ricreativo e operatori dell’infanzia a cui affidare i propri figli durante lo spettacolo. A svolgere il servizio, su prenotazione obbligatoria, saranno le operatrici dell’associazione L’Albero e La Rua.

Info e contatti – Biblioteca Comunale di Sansepolcro 0575 732219; Fondazione Toscana Spettacolo