Premiati i vincitori del Concorso di poesia Umbertide XXV Aprile, mercoledì le celebrazioni

UMBERTIDE – Sono stati premiati domenica mattina presso il Centro Socio Culturale San Francesco i vincitori della XXXVI edizione del Concorso nazionale di poesia Umbertide XXV Aprile. La cerimonia, che si è aperta con commosso applauso per Umberto Zoppo, storico presidente del Centro socio culturale San Francesco e colonna portante del concorso, scomparso lo scorso febbraio, ha visto gli interventi del presidente del Centro San Francesco Sergio Bargelli e della presidente della Commissione giudicatrice Anna Maria Farabbi che hanno sottolineato la finalità del premio che per Umbertide ricorda non solo la Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazifascista ma anche e soprattutto il bombardamento di Borgo San Giovanni, evidenziando l’imprescindibilità della memoria, che deve essere recuperata e valorizzata, nel presente e nel futuro. Da quest’anno inoltre il concorso si è aperto alla poesia edita con un’apposita sezione che ha visto la partecipazione di 84 autori, che si sono aggiunti ai 144 partecipanti della sezione della poesia inedita, provenienti da ogni parte d’Italia. Scarsa invece la partecipazione dei giovani tanto da annullare la sezione ad essi dedicata; da qui l’impegno, oltre che a preservare un concorso che vanta una tradizione lunga 36 anni molto apprezzato a livello nazionale, a proseguire nell’azione di contaminazione delle giovani generazioni.
Arduo il compito della Commissione esaminatrice composta, oltre che dalla presidente Anna Maria Farabbi, da Sebastiano Aglieco, Marco Bellini, Stefano Guglielmin, Rita Pacilio e Paolo Pistoletti; alla fine la sezione Poesia edita è stata vinta da Paola Loreto con “Case spogliamenti” (Nino Aragno Editore, 2016), seguita al secondo posto da Lina Salvi con “Del deserto” (Puntoacapo Editrice, 2017) e al terzo da Francesco Iannone con “Pietra lavica” (Nino Aragno Editore, 2016).

Archiviata la 36esima edizione del concorso, Umbertide si appresta a commemorare la doppia ricorrenza del 25 Aprile. Nell’antico Borgo San Giovanni, oggi piazza XXV Aprile, si terrà la tradizionale cerimonia di commemorazione che si aprirà alle ore 9,30 con la santa messa concelebrata dai sacerdoti della zona e dal vescovo Mons. Luciano Paolucci Bedini. A seguire alle ore 10,30 si terranno gli interventi del commissario straordinario del Comune di Umbertide Castrese De Rosa sul tema “25 aprile: tra passato e futuro” e del prof. Mario Tosti, presidente dell’Isuc – Istituto di Storia dell’Umbria Contemporanea e Direttore Dipartimento Lettere, Lingue, Letteratura e Civiltà Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Perugia che parlerà di “Guerra, Resistenza, Liberazione”. Alle ore 11 partirà il corteo, accompagnato dalla Banda musicale Città di Umbertide, per le vie e piazze della città per la deposizione delle corone e l’omaggio ai monumenti ai Caduti.
Sempre mercoledì 25 aprile, alle ore 12 è prevista la deposizione della corona di alloro al monumento ai Caduti a Pierantonio, alla quale parteciperà anche il commissario De Rosa, e a seguire, alle ore 12,30, la deposizione della corona di alloro a Montecastelli, presso la lapide di Giuseppe Bernardini situata all’incrocio tra via della Chiesa e viale Europa.