fbpx

Il palazzo Bourbon del Monte ospita la mostra-convegno su Caravaggio

MONTE SANTA MARIA TIBERINA – Torna anche quest’anno la mostra convegno su Caravaggio. L’iniziativa, maturata in tempi ristretti per la recentissima disponibilità delle opere esposte, si svolgerà sabato e domenica a Palazzo Bourbon Del Monte e si articolerà in tre momenti distinti.

locandina-monte-santa-maria-tiberina-2016

Il primo previsto per sabato 8 ottobre alle 16,15 ci sarà la presentazione del volume “Una vita per la storia dell’arte. Scritti in Memoria di Maurizio Marini” eccelso critico d’arte, recentemente scomparso, che per primo ha organizzato le mostre ed i convegni sul Caravaggio nel comune altotiberino. A seguire, sempre sabato alle 17, «Caravaggio: gli spartiti dei suonatori di liuto» coordina Paolo Nucci Pagliaro. Il dibattito vedrà gli interventi di Emilio Negro, Michele Nicolaci, Michele Cuppone e Enrico Lucchese. Domenica, 9 ottobre, dalle 9,30convegno su “Caravaggio ed i suoi”,  riflessione collettiva  con eminenti studiosi e critici d’arte sul rapporto del Maestro con i “caravaggeschi”, coordinata da Pierluigi Carofano, a cui parteciperanno anche: Pietro di Loreto, Marco Ciampolini, Francesca Curti, Riccardo Lattuada, Mario Marubbi e don Sandro Corradini. In contemporanea nella sala espositiva del Palazzo Bourbon del Monte mostra di tre opere legate ai temi del convegno fra cui la copia del diciassettesimo secolo della “Medusa” di Caravaggio, la “Cuoca in cucina che minaccia un cane” di Andrea Comodi (1560-1638) e “Allegoria della Purezza” di Antiveduto Grammatica.(1569-1626).
Il sindaco Letizia Michelini ha espresso la profonda soddisfazione per la nuova manifestazione dedicata a Caravaggio, mettendo in evidenza lo spirito dell’iniziativa. «E’ una iniziativa – ha aggiunto – che vuole contribuire a diffondere l’elaborazione culturale umbra in ambiti  sempre più vasti e qualificati, mettendo a disposizione le più recenti ricerche e studi dedicati al grande maestro che tramite il Cardinale Del Monte,suo primo mecenate e protettore, si lega al comune di Monte Santa Maria Tiberina».