Piccolo Museo del Diario Pieve Santo Stefano

L’invisibile della scrittura al piccolo museo del diario

PIEVE SANTO STEFANO – Il Piccolo museo del diario di Pieve Santo Stefano ospiterà sabato prossimo, 9 novembre 2019, dalle ore 10 alle 17, una giornata di studio organizzata in collaborazione con ICOM Italia/Commissione dei musei letterari e di musicisti e IBC Emilia-Romagna. Il tema scelto per questo terzo incontro annuale della commissione ICOM è “Rappresentare scrittura e musica. Forme dell’esporre nei musei letterari e di musicisti”. I musei di cui si occupa la commissione sono infatti accomunati da uno stesso problema di fondo: come rappresentare, cioè catturare al di là degli spazi e degli oggetti, libri, spartiti, arredi, documenti personali e allestire, con l’obiettivo di una comunicazione realmente efficace, l’invisibile rappresentato dalla scrittura e dalla musica, ma anche dall’assenza dell’autore. Si tratta di un tema complesso anche perché i musei di scrittori e musicisti sono a volte molto diversi tra loro per dimensione, presenza o meno di oggetti e opere, tipo di gestione e anche possibilità di intervento, sia per la specificità dei luoghi che per le disponibilità economiche.

Nel corso della giornata che si terrà nella sala del Teatro Comunale Giovanni Papini Di Pieve Santo Stefano, responsabili di musei, allestitori, artisti, studiosi, archivisti, esperti di comunicazione provenienti da tutta Italia si confronteranno quindi sulle forme dell’esporre, da quelle storiche e consolidate a quelle più innovative e originali, con uno sguardo alla situazione italiana ed europea.

Per celebrare questa importante giornata dedicata ai musei e agli allestimenti museali il Piccolo museo del diario sarà aperto anche la mattina dalle 09:30 alle 13, oltre che dalle 15 alle 18 come di consueto e per i partecipanti al convegno inoltre la visita al Piccolo museo del diario sarà gratuita. Un’occasione per ammirare una nuova video-installazione presente al museo

Tre storie di donne nate nella seconda metà del Novecento, re-immaginate e messe in scena tra frammenti video, fotografie e materiale d’archivio in super8. È la nuova video-installazione di Line Kühl e Giulia Ottaviano e a cura dei dotdotdot.it che troverete nelle stanze del Piccolo museo del diario. Un nuovo percorso dentro tre storie di donne, un’esperienza intensa e toccante che non vi lascerà indifferenti.