fbpx

L’arte di Raffaello: venerdì si inaugura la mostra al museo del Duomo

CITTA’ DI CASTELLO – Venerdì 11 dicembre alle ore 16.30 verrà inaugurata virtualmente la mostra dal titolo L’arte di Raffaello a Città di Castello. Testimonianze librarie e documenti d’archivio nell’ambito delle Celebrazioni del V Centenario della morte di Raffaello 1520 – 2020.
La mostra allestita nella Sala documentaria del Museo fino al 10 gennaio 2021 ospiterà importanti documenti provenienti dall’Archivio diocesano tra cui le Memorie delle chiese e monasteri tifernati di Alessandro Certini che verranno presentati dal direttore don Andrea Czortek.

Un’altra sezione dell’esposizione sarà dedicata alle pubblicazioni conservate nella Biblioteca “Storti Guerri” tra cui il volume Raffaello giovane a Città di Castello del 1983 con testi di Alessandro Marabottini ed anche Raffaello e l’Umbria del 1960 di Eliana Pirazzoli.
Questa importante collaborazione con l’archivio e la biblioteca diocesana hanno consentito il rinvenimento di carte e pubblicazioni che ben contestualizzano l’attività del giovane Raffaello nella nostra città. In tal modo si vuole ricordare l’artista urbinate a 500 anni dalla sua morte celebrandone la memoria e soprattutto la proficua attività nella città tifernate dove giovanissimo iniziò a lavorare lasciando opere nelle chiese di Sant’Agostino, di San Domenico e di San Francesco; purtroppo per motivi diversi la maggior parte sono oggi conservate in musei italiani e stranieri. Le celebrazioni continueranno nel 2021 presso la Pinacoteca comunale dove è conservato
lo stendardo processionale giovanile della Santissima Trinità.

Sempre 11 dicembre dopo inaugurazione della mostra Romanella Gentili Bistoni terrà nel Salone Gotico del Museo la conferenza dal titolo Vicende storiche di alcuni capolavori di Raffaello. A moderare gli appuntamenti Catia Cecchetti la quale ricorda che il programma è inserito in un ricco calendario di eventi IncontrArti oltre l’Immagine promosso dalla MEU Musei Ecclesiastici Umbri e sostenuto dalla Regione Umbria.
“In momento così delicato nel quale siamo chiamati al rispetto delle regole per il contenimento della pandemia e con i musei chiusi al pubblico – precisa Catia Cecchetti – abbiamo voluto dare comunque un segnale di vivacità culturale e di apertura con una programmazione in grado di
raggiungere nei canali social un vasto pubblico.”

L’inaugurazione della mostra e la conferenza verranno registrate e trasmesse in streaming nei canali social del Museo e della MEU il 19 dicembre prossimo alle ore 16.