La danza contemporanea di Paolo Rosini al Teatro alla Misericordia di Sansepolcro

SANSEPOLCRO – Domenica 31 marzo, alle ore 21 un nuovo appuntamento con Kilowatt Tutto l’Anno offre agli spettatori l’opportunità di assistere alla prova aperta di Oriri, spettacolo di danza di Paolo Rosini che va in scena al termine della residenza artistica a Sansepolcro.

Dal latino “oriri”, sorgere, volgersi verso Oriente, l’esibizione affronta il tema della separazione attraverso il linguaggio della danza contemporanea, invitando il pubblico a rivolgere lo sguardo altrove, ad abbattere le barriere che ci separano, prima di tutto quelle interiori. In scena, oltre allo stesso Rosini, Chiara Tosti, Marta Massoli, Debora Renzi. Lo spettacolo è stato selezionato per la finale di “Residanza 2018 – La casa della nuova coreografia”, bando di ospitalità per giovani coreografi under 35 promosso da Movimento Danza – Organismo di Promozione Nazionale.

Giovane coreografo di Città di Castello, Paolo Rosini è rientrato in Italia dopo un lungo apprendistato artistico a Londra dove ha presentato i suoi lavori in alcuni dei più innovativi spazi della nuova ricerca coreografica, come The Place, e ha fondato, insieme a Gabriella Catalano, Bambula, progetto che combina la danza con il teatro fisico, esplorando le relazioni con la poesia visuale, la fotografia, la video Art.