Fine settimana all’insegna dell’arte contemporanea in Valtiberina

SANSEPOLCRO – Organizzato da CapoTrave/Kilowatt in collaborazione con il Comune di Monterchi, l’Istituto d’Istruzione Superiore Liceo Artistico “G. Giovagnoli” di Sansepolcro, Anghiari Dance Hub e realizzato nell’ambito del progetto di iniziativa regionale ToscanaInContemporanea2017 “I cercatori d’oro”, a cura di Pietro Gaglianò, si è articolato a partire da un percorso formativo intensivo coordinato da Chiara Mu, artista italiana attiva tra Roma e Londra, dove ha completato gli studi con un master in Fine Art al Chelsea College of Art and Design, e autrice di numerose azioni sulla relazione tra arte e sfera pubblica.
Il laboratorio ha coinvolto quattro artisti under 35 selezionati attraverso un bando pubblico: Matteo Coluccia, Tina Grifoni, Marco Mercati, Daniela Pitrò. Per una settimana il gruppo di lavoro è stato impegnato in un confronto con la sfera sociale del comune di Monterchi, aprendo dialoghi con gli abitanti, esplorando il territorio e il suo denso passato, investigando i rapporti culturali, sociali, individuali: cercatori d’oro e traduttori di quelle relazioni tra le persone e lo spazio, tra il presente e la storia che rendono vitale la comunità.
Chiara Mu ha condotto il laboratorio a partire da domenica 8 ottobre, approfondendo le pratiche performative e relazionali inerenti al campo delle arti visive. Nato all’interno di una rete di collaborazioni tra i comuni della Valtiberina, il progetto ha previsto alcune sessioni di lavoro negli spazi di Anghiari Dance Hub, di Kilowatt a Sansepolcro, e un seminario sulla specificità della Performance art rivolto ad alcune classi del liceo artistico “G. Giovagnoli” di Sansepolcro.
Sabato 14 ottobre, alle 17, presso le Loggette della Fonte, ad Anghiari, è in programma “La pagliuzza d’oro. L’arte nello spazio pubblico”, lezione pubblica di Pietro Gaglianò, curatore del progetto e critico d’arte impegnato nello studio dei rapporti tra l’arte, il potere, la comunità. L’appuntamento si terrà in un luogo di incontro aperto a tutti, in linea con lo spirito del progetto e con la vocazione pedagogica di Gaglianò tesa a sperimentare formati educativi inclusivi.
Domenica 15 ottobre, alle 16, nella piazza del Comune di Monterchi, Chiara Mu e i quattro artisti presenteranno i risultati del percorso formativo. Ponendosi in una posizione di ascolto reciproco, gli artisti restituiranno in chiave performativa il risultato di questa ricerca, costruendo una geografia temporanea dei luoghi animati dall’azione artistica.
Tutte le iniziative sono ad ingresso libero.